Ominide 50 punti

Tronco Stradale

1) Nella scelta del tracciato di massima di un tronco stradale, quali sono gli elementi principali da considerare?
Nella scelta di un tracciato stradale bisogna evitare di espropriare fabbricati e per civile abitazione e rurali, perchè i relativi costi di esproprio sono elevati in quanto bisogna risarcire a prezzo di mercato. Sono altre sì da evitare zone di terreno in frana o con problemi idrogeologici rilevanti e quanto e possibile evitare di interferire con terreni a colture pregiate.

2) La pendenza massima di un tronco stradale dipende da alcune caratteristiche fondamentali della stessa. Spiegare in modo esauriente il collegamento fra pendenza stradale e tipo di strada.
La pendenza stradale caratterizza certamente il tipo di strada che si sta progettando. Le strade a scorrimento veloce quali autostrade o superstrade , devono avere pendenze minime ( indicativamente intorno al 2% come
pendenza massima ), mentre per le altre categorie si può utilizzare una pendenza superiore. Le strade di penetrazione montane o interpoderali possono invece arrivare a pendenze anche del 12%. E' evidente che per ottenere pendenze minime e,necessario realizzare opere d' arte di importanza rilevante, quali ponti e gallerie, con costi elevati.

3) I1 raccordo fra due rettifili stradali avviene attraverso una curva. Definire la curva monocentrica circolare.
Si definisce curva monocentrica circolare un arco di cerchio a raggio costante. La curva monocentrica circolare e caratterizzata da parametri quali il raggio, la tangente, l' angolo al centro e l' angolo al vertice.

4) La dimensione e quindi la scelta del raggio di una curva monocentrica circolare, dipende dal tipo di strada che si sta progettando. Definite come sono collegati il tipo di strada e il raggio delle curve.
La dimensione del raggio di una curva monocentrica circolare dipende sicuramente dall'importanza della strada che si sta progettando. Le strade a scorrimento veloce, devono avere raggi di curvatura elevati in modo da permettere una percorrenza comoda e a velocità sostenuta. Le strade interne, urbane e interpoderali possono presentare raggi minimi, non presentando pericolo nella percorrenza a velocità contenuta.

5) Nel profilo longitudinale sono presenti le livellette. Come si inserisco che cosa rappresentano.
II profilo longitudinale rappresenta la parte altimetrica del progetto stradale; rappresenta infatti la sezione in corrispondenza dell'asse stradale. Le livellette sono tratti stradali a pendenza costante e si inseriscono in funzione della importanza della strada e del percorso progettato.

6) In un profilo longitudinale, le zone di scavo e di riporto rappresentano il movimento terra. Come sono generate? .

-Le zone di scavo e di riporto presenti nel profilo longitudinale, sono generate dalla differenza fra la quota terreno e la quota progetto.
Si definisce quota progetto, la quota del tracciato stradale senza l'intervento dell'uomo; si definisce quota progetto la quota dello stesso punto dopo il movimento terra. Se la quota terreno e superiore alla quota progetto si ha un movimento terra di scavo, viceversa si ha un movimento terra di riporto.

7) Spiegare il procedimento di calcolo movimento terra fra una sezione di scavo e una di riporto.
Una sezione di scavo ed una sezione di riporto rappresentano due sezioni disomogenee. Per il calcolo del movimento terra e necessario individuare, sulla loro distanza, la sezione di passaggio, cioè la sezione nulla. A tal proposito si imposta una proporzione fra le due sezioni e le distanze di scavo e di riporto
incognite, che verrà risolta analiticamente per entrambe. Una vo1ta nota la posizione della sezione nulla, il calco1o avviene fra una sezione di tutto scavo e la sezione nulla e fra la sezione nulla e una sezione di tutto riporto.

8) Descrivere come si realizza la sede stradale e quali materiali si utilizzano.
Il movimento terra, cioè le opere di scavo e di riporto servono per realizzare la pista in terra che ospiterà la sede stradale. La parte immediatamente a contatto con il terreno e la massicciata stradale dello spessore finito di circa cm 25, realizzata con materiale inerte di idonea pezzatura e relativo stabilizzato rullato a perfetta rego1a d' arte. La parte finale e costituita dallo strato bituminoso rappresentato dal primo strato di cm 7 ( binder) e dal sovrapposto tappetino di usura di cm 3.

9) La divisione di un appezzamento di terreno avviene ad uniforme e difforme valenza. Spiegare il significato.

Si definisce terreno a uniforme valenza quello che ha lo , stesso valore unitario, cioè lo stesso costo a m2. Sono terreni ad uniforme valenza i terreni che hanno le stesse caratteristiche urbanistiche, le stesse co1ture e caratteristiche agrico1e.
Sono definiti terreni a difforme valenza , quelli che hanno diversi valori unitari. Sono rappresentati da terreni di diverse caratteristiche urbanistiche, di co1tura etc
.
10)Differenza fra spostamento e rettifica di confine fra due appezzamenti di terreno.
Si definisce spostamento di confine la sostituzione di un confine rettilineo con altro confine rettilineo. Si definisce rettifica di un confine, la sostituzione di un confine bilatero o poligonale con un confine rettilineo. Le operazioni di spostamento e rettifica devono avvenire senza variare i valori dei terreni interessati.

11)Definire 1o spianamento di un terreno.
Si definisce spianamento orizzontale l’operazione di movimento terra di scavo e di riporto, che permetta la sistemazione di un appezzamento di terreno o parte di esso , con un piano orizzontale o inclinato.


12)Descrivere la differenza fra spianamento orizzontale di compenso e a quota assegnata.
Nello spianamento orizzontale di compenso si devono uguagliare i volumi di scavo e di riporto. La quota del piano viene determinata in funzione di questa uguaglianza. Nello spianamento a quota assegnata si e vincolati alla quota senza tener conto delle quantità di scavo e di riporto.

Registrati via email