Ominide 2387 punti

Le volte usano il principio dell’arco e ci sono vari modi di posa del mattone, i più usati sono:
- A filoni trasversali
- A filoni inclinati
- A spina di pesce
I romani facevano varie arcate in laterizio sulle quali stendevano il calcestruzzo. Possono essere semplici (formate da un solo solido) o composte (formate da più solidi). Oggi vengono usate centine fisse in polistirene (leggere ed economiche) o mobili (le tradizionali sono in legno). Il momento più delicato è lo scasseramento che non deve essere né troppo lento, né troppo veloce e bisogna stare attenti alla risposta della struttura e controllare se regge. I carichi vengono scaricati con azioni di contrasto e gli appoggi hanno spinte verticali e orizzontali che devono essere assorbite dagli spessi muri o con una catena in corrispondenza del piano d’imposta.
La catenaria è una particolare curva che per conformazione geometrica è molto resistente poiché ogni suo punto ha una disposizione uniforme del suo peso totale ed è sottoposto a trazione. È la figura che una fune ideale assume se appesa in due punti.

La pseudo-cupola è simile allo pseudo arco e la struttura si sposta progressivamente verso l’interno. Le volte finte sono agganciate a strutture lineari.

La cupola è un mezzo arco che ruota e si divide in:
- Paralleli (sezioni orizzontali): hanno varie sollecitazioni
- Meridiani (sezioni verticali): hanno tutti la stessa sollecitazione
La cupola visibile dall’esterno si chiama estradossata e a volte non si vede. Può poggiare su un tamburo (basso muro finestrato) e su pennacchi. Non ha bisogno di contrafforti o tiranti perché non genera spinte orizzontali sul piano d’imposta.

Registrati via email