Ominide 2387 punti

I solai si dividono in grezzo (parte strutturale) e rifinito, hanno dimensioni di 20/25 cm e possono essere:
• unidirezionali: scaricano il peso lungo due lati paralleli e hanno una direzione prevalente di inflessione.
• bidirezionali: scaricano il peso in 2 direzioni incrociate
Devono creare continuità tra gli elementi ed avere rigidezza ma anche elasticità, non deformandosi ai carichi.In Italia sono prevalentemente in laterocemento, ma possono essere di vari tipi:
• Solai in legno: La struttura portante (travi maestre) a sezione rettangolare viene disposta sul lato minore quando non supera i 4-5 m con interasse di 40-50 cm. Sulle travi maestre viene applicato un tavolato (spessore maggiore di 3 cm) e poi un massetto in calcestruzzo per la posa del pavimento. Quando la luce del solaio è maggiore o il peso è eccessivo si sovrappone una struttura di travi secondarie ortogonali alle prime. Le travi devono poggiare sulla muratura almeno 25 cm e il foro deve essere ampio per permettere alla testata di "respirare"

• Solai in acciaio: Le travi sono costituite da profilati in acciaio a sezione unificata (T,C,L, I). La luce che possono coprire è molto ampia, oggi vengono fatti solai in lamiera grecata, sagomata secondo vari profili, spessa 1-2 mm e alta 5-120 mm; essa funge da cassaforma a perdere e permette un'esecuzione rapida; è resistente al fuoco. La lamiera grecata copre una luce di 2-3 m

Registrati via email