Tatina di Tatina
Ominide 50 punti

Il legno lamellare

Il legno lamellare nasce dall'applicazione di due tecniche: la lamellazione e l'incollaggio. Questa combinazione, ovviando al problema delle limitazioni dimensionali imposte dai fusti arborei, consente di estendere la possibilità di applicazione del legno in ogni campo delle costruzioni.
La tecnica della lamellazione permette di scartare la discontinuità della materia prima, eliminandone le parti difettose; scopo dell'incollaggio è realizzare fra le fibre delle tavole adiacenti un collegamento meccanico il più possibile simile a quello originario.
Il legno lamellare concentra in se una tale quantità e qualità di vantaggi da farne un materiale idoneo a molteplici campi di applicazione del settore costruttivo: soprattutto nell'edilizia residenziale, ma anche nelle costruzioni per l'industria, nelle strutture per il commercio e i servizi; per lo sport (piscine, palasport, stadi, impianti vari), edifici per il culto, lavori pubblici compresi ponti e viadotti.

Proprietà del legno lamellare

• MIGLIORE RESISTENZA STATICA IN CASO DI INCENDIO
Il legno lamellare presenta una eccezionale resistenza al fuoco, in quanto la sua superficie brucia e si carbonizza in modo uniforme formando uno strato protettivo che ritarda la propagazione delle fiamme agli strati interni. La combustione provoca una riduzione del materiale ma non delle sue proprietà meccaniche. A differenza di altri materiali, il legno lamellare non ha cedimenti improvvisi, la costruzione non collassa improvvisamente, ma in modo lento e graduale.
• OTTIME PRESTAZIONI ANTISISMICHE
Il legno lamellare possiede ottime prestazioni antisismiche grazie all'eccellente rapporto fra peso specifico e resistenza statica. La straordinaria leggerezza del materiale (5 volte più leggero del calcestruzzo, armato, e 15 volte più leggero dell'acciaio) e la sua elevata resistenza meccanica consentono di contenere le sollecitazioni sismiche. Inoltre, la struttura in legno lamellare prevede un importante accorgimento per dissipare l'energia sismica: le connessioni semirigide. Grazie all'impiego di elementi di connessione meccanici, il comportamento plastico del lamellare viene ad essere incrementato (aumentato).
• TENUTA AGLI AGENTI ATMOSFERICI
Grazie al basso peso specifico ed alla elevata resistenza, una struttura di copertura realizzata in legno lamellare ha ottime prestazioni in termini di resistenza alle sollecitazioni degli agenti atmosferici. In particolare una struttura in legno lamellare ben progettata garantisce una eccellente resistenza ai carichi nevosi.
• CONSERVAZIONE E CONFORT ABITATIVO
Il legno lamellare, materiale perfettamente ecosostenibile ed a basso impatto ambientale, consente di risparmiare energia grazie alle sue ottime prestazioni termiche. Il basso grado di conducibilità termica infatti permette di ridurre notevolmente i fenomeni di condensa . Al benessere abitativo contribuiscono anche le proprietà di isolamento acustico del legno e la possibilità di realizzare strutture con grandi luci senza pilastri di sostegno.
Infine, va rilevato il confort termoigrometrico connesso all'azione dell'umidità dell'aria svolta dal legno lamellare. Il legno, infatti, è un materiale che assorbe l'umidità in eccesso, rilasciandola nell'aria quando questa è troppo secca.
• PREGIO ESTETICO
Al confort derivante da una struttura in legno lamellare a chi vi soggiorna, si aggiunge anche un benessere di carattere psicologico, dovuto alla piacevolezza estetica, al fascino ed al calore esercitato dal legno.
Il pregio architettonico di un edificio in legno lamellare è rilevante e conferisce valore aggiunto all'immobile, anche grazie alla possibilità tecnica di realizzare i progetti più creativi con un materiale da costruzione tradizionale ed innovativo.
• UN DONO DELLA NATURA CHE NON TOGLIE NIENTE ALLA NATURA
Il legno è materia viva ed ecologica che ha in sé l'armoniosità e la perfezione della natura. Utilizzarlo significa attingere ad una risorsa inesauribile, continuamente rinnovata in base alle esigenze della produzione. La tecnica del legno lamellare privilegia specie arboree autoctone a rapido accrescimento, provenienti da aree dell'Europa dove i boschi stanno aumentando sia come superficie, sia a livello di massa legnosa per ettaro. Tutto questo è certificato da enti preposti alla gestione sostenibile delle foreste. Inoltre le riforestazioni programmate favoriscono lo sviluppo di alberi giovani che immettono nell'atmosfera una maggiore quantità di ossigeno a beneficio dell'uomo.

Registrati via email