Genius 4929 punti

Strutture per Murature

Le murature sono formate da elementi resistenti artificiali come il laterizio o naturali come la pietra.
La muratura strutturale si distingue in:
* MURATURA PORTANTE quando sopporta principalmente carichi verticali
* DI CONTROVENTO quando sopporta carichi orizzontali
La scelta della tipologia strutturale a muratura portante condiziona la forma dell’edificio, mentre le strutture miste in muratura ed in cemento armato hanno generalmente permesso articolazioni più libere sommando alla potenzialità della struttura in cemento armato (possibilità di copiare grandi luci) la convenienza di sfruttare le caratteristiche portanti, di rifinitura, termiche e acustiche delle murature.
IL MODELLO SPAZIALE DELLE FORZE IN UNA COSTRUZIONE EDIFICATA DEVE POTER ESSERE ATTENDIBILE e ciò avviene quanto piu la soluzione architettonica segue coerentemente i criteri della progettazione strutturale.
LE MURATURE IN LATERIZIO
Sono costituite da elementi resistenti artificiali, mattoni o blocchi, realizzati con argilla cotta
Un vantaggio è che la costruzione si presenta omogenea senza discontinuità tra le parti portanti. Altri aspetti positivi sono legati all’isolamento termico acustico e di isolamento al fuoco.
Gli aspetti negativi sono legati al maggior ingombro che tali strutture hanno nei confronti delle strutture intelaiate.
La scelta del mattone o dei blocchi dipende dalle funzioni che essa deve assolvere. Le funzioni sono molteplici per questo in commercio esistono dei prodotti che hanno caratteristiche tali da poter assolvere a più compiti.
LE MURATORE PERIMETRALI
Attualmente si ha la tendenza ad utilizzare dei blocchi portanti e isolanti che in un unico spessore realizzano la parete
LE MURATURE IN PIETRA
Possono essere
1-IN PIETRA NON SQUADRATA
2-MURATURA LISTATA
3-MURATURA DI PIETRA SQUADRATA
I GIUNTI COSTRUTTIVI
Negli edifici in muratura sono degli elementi che interrompono la continuità delle murature per permettere la dilatazione o gli spostamenti senza che si lesionino. Tali giunti si dividono in giunti di controllo e di frazionamento.
Di controllo interrompono la continuità delle murature non frazionando l’intero edificio. Si dividono in
1-Giunti di spostamento
2-Giunti di dilatazione
I giunti sono in genere verticali e posizionati ad una distanza devono essere posizionati secondo alcuni criteri, devono quindi essere collocati
- Lungo le linee di cambiamento spessore muri
- In corrispondenza di notevoli cambiamenti di dimensione della pianta
- Ad una distanza media dagli angoli o dagli innesti a T dei muri
Nel caso in cui le dimensioni dell’edificio siano superiori a 30m è opportuno introdurre dei giunti di frazionamento dell’intero edificio.

Registrati via email