Ominide 139 punti

Le caratteristiche fondamentali delle malte per muratura sono la resistenza meccanica e la lavorabilità. In base alla loro resistenza a compressione si dividono in classi. La resistenza meccanica dipende dalla dosatura dei componenti e dalla quantità di sabbia. I test per verificarne l’effettiva resistenza vengono effettuati su provini sottoposti a flessione e compressione. La lavorabilità delle malte dipende dalla coesione e dal potere adesivo degli impasti: nel caso in cui la malta abbia la caratteristica di trattenere l’acqua bisogna valutarne la lavorabilità anche nel caso in cui sia stesa su superfici che assorbono l’acqua. L’intonaco ha la funzione principale di rendere più lineari e regolari le superfici sulle quali è applicato e offrire una protezione dagli agenti atmosferici più aggressivi. La tecnica di stesura dell’intonaco avviene in due distinte fasi: la prima detta di stesura del rinzaffo che consiste nello stendere una superficie grezza ma regolare, la seconda di stendere un secondo strato più superficiale e lineare.

RINZAFFO il suo spessore è variabile in base alle superfici su cui è applicato e in base alle caratteristiche della malta, generalmente compreso tra 1 e 2 centimetri. Nel caso in cui la superficie di lavoro risulti particolarmente irregolare, per facilitare l’ancoraggio dell’intonaco si lavora preventivamente la superficie con uno strato di sabbia e malta con l’aggiunta di eventuali additivi al fine di creare uno strato favorevole all’aggrappo dell’intonaco. Esistono situazioni di ulteriore disgregamento delle pareti sulle quali è necessario applicare tecniche preventive più complesse tra le quali l’applicazione di reti di supporto oppure altri dispositivi di ancoraggio o ancora la formazione di contropareti per facilitare e rendere possibile l’applicazione di intonaco. Nelle pareti interne, meno soggette all’aggressione di agenti atmosferici è sufficiente l’applicazione di malte aeree.

STRATO DI FINITURA ha generalmente spessore non superione a 0,5 centimetri, può essere realizzato in diversi modi impiegando diversi tipi di sabbie e in certi casi escludendo l’uso delle ultime.

Le proprietà fondamentali della malte per intonaco sono impermeabilità, resistenza a fessurazione, l’aderenza e compatibilità con il supporto, lavorabilità e comportamento durante la posa.

IMPERMEABILITA’ dipende dalla compattezza dell’intonaco, generalmente l’impermeabilità migliora all’aumentare della quantità di legante utilizzato.

RESISTENZA A FESSURAZIONE indica la resistenza dell’intonaco ad opporsi alla formazione di crepe che ne comprometterebbero l'utilità. Agiscono negativamente sulla resistenza fessure già presenti sull’intonaco, tensioni interne dovute al ritiro o movimenti in generali causati spesso da variazioni repentine di umidità o sbalzi termici bruschi con conseguente dilatazione. Anche l’azione disidratatrice del vento può agire negativamente sulla resistenza. Per limitare le fessurazioni l’intonaco deve avere un modulo di elasticità sufficiente ad assorbire i movimenti: per migliorare questo potere elastico si può agire nella composizione utilizzando quantità contenute di legante e preferendo le calci al cemento, a discapito però di impermeabilità e resistenza meccanica.

ADERENZA E COMPATIBILITA’ CON IL SUPPORTO migliora all’aumentare della quantità di legante.

LAVORABILITA’ DELLE MALTE è una proprietà fondamentale per la stesura delle stesse, si considera lavorabile se permette di stenderle fino a spessori di pochi millimetri.

COMPORTAMENTO DURANTE LA POSA dipende dal tempo di applicabilità, cioè il tempo trascorso dall’aggiunta di acqua alla miscela al momento di indurimento, dal tempo di presa, cioè il tempo intercorso dal momento di formazione dell’impasto al momento in cui l’impasto inizia a perdere le sue proprietà di lavorabilità, e al tempo di lavorabilità, cioè il tempo intercorso tra applicazione dell’intonaco sulla superficie e il momento in cui l’impasto perde le sue proprietà plastiche.

Hai bisogno di aiuto in Tecnica delle costruzioni?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email