Home Invia e guadagna
Registrati
 

Password dimenticata?

Registrati ora.

Barriere architettoniche - Normativa

Appunto sulle barriere architettoniche e sulla normativa italiana sul superamento delle barriere architettoniche.

E io lo dico a Skuola.net
Barriere architettoniche
Per barriera architettonica si intende:
- ogni ostacolo fisico che crea difficoltà di movimento a chi abbia ridotte capacità di movimento;
- ogni ostacolo che limita la comoda utilizzazione di parti, attrezzature e componenti degli edifici e dell’arredo urbano;
- mancanza di accorgimenti e segnalazioni che consentono a chiunque di orientarsi e riconoscere i luoghi e le fonti di pericolo.
L’attuale normativa italiana sul superamento delle barriere architettoniche non tutela solo i portatori di handicap ma anche le cosiddette “persone particolari” (bambini, donne in gravidanza,…).

Normativa italiana sul superamento delle barriere architettoniche

L. 118/1971 – decreto attuativo n. 384/1978
Prevede l’eliminazione delle barriere architettoniche:
- negli edifici pubblici;
- negli edifici privati ad uso pubblico (es: centro congressi);
- negli spazi esterni degli edifici.

L. 13/1989 – decreto attuativo n. 236/1989
Detta le norme da rispettare per la progettazione di edifici, estende agli edifici privati l’obbligo di rimuovere le barriere architettoniche e consentiva, a coloro che avessero la necessità, di chiedere un finanziamento.

C.M. 1669/89
Precisa che nell’obbligo, rientrano gli edifici residenziali di edilizia privata e pubblica (interventi di ristrutturazione, nuova edificazione).

L. 104/1992 – decreto attuativo 503/96
Estende agli edifici pubblici, le prescrizioni della legge 13/1989 (unica legge di riferimento)
La normativa italiana in materia di eliminazione delle barriere architettoniche è del tutto adeguata alle direttive europee; quindi, sia la costruzione che la ristrutturazione di edifici privati e pubblici deve avvenire tenendo conto di queste normative.
Contenuti correlati
Accedi con Facebook
Registrati via email