Preistoria

Primi esseri di tipo umano
La preistoria è il periodo precedente all'invenzione della scrittura (3.000 a.C.).
Tra i 7 e i 5 milioni di anni fa compaiono i primi esseri di tipo umano, gli ominidi, discendenti dalle scimmie (di cui ne possiamo ricostruire le caratteristiche fisiche grazie alla paleontologia).
4 milioni di anni fa comparvero i cosidetti australopitechi, scimmie antropomorfe, ossia con forme molto simili a quelle umane.
I primi ominidi erano alti poco più di un metro e mezzo, ma assumevano gia una stazione eretta, caratterizzata dal bipedismo, questo voleva dire avere le mani libere, per poterle utilizzare per tenere in mano armi, oggetti o lance.

Età della pietra
40.000 anni fa ci fu un periodo chiamato "età della pietra".
L'etò della pitra si divide in 3 fasi: paleolitico, mesolitico e neolitico.

nel paleolitico si viveva di caccia ed allo stato nomade.
la caccia veniva svolta prevalentemente dagli uomini, in gruppo, perchè erano più forti. le donne, invece, si dedicavano all'allatamento dei figli ed alla raccolta di bacche.
nel mesolitico, si viveva di caccia, raccolta e pesca, e vennero addomesticati i primi animali, come il cane, che era utile per la caccia.
si viveva allo stato sedentario.
nel neolitico, venne introdotta l'agricoltura.
si viveva nelle tribù, ossia gruppi numerosi di persone, organizzate nei villaggi, con a capo un anziano.
si pensa fosse stata inventata dalle donne che gia prima raccoglievano le bacche, quindi erano più specializzate.
L'agricoltura si sviluppò sopratutto nella "mezzaluna fertile".
mezzaluna perchè è un territorio a forma di mezza luna, e fertile perchè è dove si concrìentrò maggiormente l'agricoltura.
si estende in anatolia, in siria e in mesopotamia<-(iraq).
la prima conseguenza dell'agricoltura, fu la crescita demografica.
intorno al 7.000 a.C. nacquero le prime città.
queste avevano un economia basata sulla caccia e sulla raccolta, e per la prima volta si poteva disporre di un "surplus alimentare".
l'organizzazione sociale era il patriarcato, ossia con l'uomo più anziano al potere dell'intero villaggio.
ancora tra i 7 e i 5 miloni di anni fa, in africa, si distinse un gruppo di primati in grado di scheggiare la pietra, è "l'homo habilis".
1 milone e mezzo di anni fa compare "l'homo erectus" che comprende l'uso del fuoco.
100.000 anni fa comparve "l'homo di neanderthal", chiamato così, perchè i suoi resti sono stati rinvenuti nella valle di neander, in germania. l'homo di neanderthal, costruisce capanne, utensili elaborati, si copre con le pelli di animali cacciati, e seppellisce i morti.
40.000 anni fa compare "l'homo sapiens sapiens" con un culto dei morti e crea delle opere artistiche, come le pitture parietali. spesso rappresentavano animali, per richiamarli alla caccia.
il cranio era visto come la sede spirituale dell'anima, quindi nei riti di passaggio veniva mangiato il cervello, come purificazione dell'anima.
di solito questi riti li faceva uno "sciamano", colui che, mediante poteri particolari riusciva a fare da intermediario tra il mondo umano e quello spirituale.
nel 7.000 a.C., nacquero le prime città. nel 6.000 a.C. venne introdotta la lavorazione dei metalli. Al rame subentra il bronzo che era più resistente. durante il paleolitico si verificarono 4 grandi glaciazioni, in cui le distese ghiacciate si estesero ancora di più e si allargarono notevolmente.
intorno al 3.000 a.C. si svilupparono le civiltà dei sumeri, babilonesi, accadi, persiani ed hittiti. intorno al 3.200 a.C. i sumeri svilupparono la scrittura. attorno al 2.500 a.C. gli accadi sconfissero i sumeri con il re Sargon.
la babilonia, raggiunse il suo massimo splendore con il re hammurabi, che controllò la bassa mesopotamia e definì un codice di leggi.
nel 1.600 a.C. un'invasione indo-europea, sconfisse l'impero hittita e agevolò il rafforzamento assiro.
massima espansione, nel 700 a.C., con il re Sargon.

Approfondimento
attorno al 2.500 a.C. le città sumere dovettero accettare il dominio di una nuova popolazione. con i sumeri vivevano delle popolazioni nomadi, semite.

una di queste popolazioni si insediò nella regione di Accad. gli accadi, riuscirono a prendere il sopravvento sui sumeri e fondarono un impero (2.450 a.C.).
il fondatore di questo impero fu il re Sargon. di lui si narrava che fosse stato abbandonato dalla madre nelle acque del fiume in un canestro di giunchi, e poi venne salvato da un acquaiolo.
i successori di Sargon, riuscirono ad estendere i confini del regno.
uno di questi Naramsin, distrusse nel 2.300 a.C. la città di Ebla, Siria. attorno al 2.000 a.C., la mesopotamia cadde nelle mani di altre popolazioni semite. questi provenivano da amurru (ossia da occidente).
gli amorrei erano una tribù di nomadi e beduini.
col tempo i sumeri e queste popolazioni si fusero tra loro, però con una prevalenza dei semiti. questi nel 2.00 a.C. fondarono una città, la babilonia.
nel 1.792 a.C. la babilonia raggiunse il suo massimo splendore con il re Hammurabi, che prese il controllo di tutta la bassa mesopotamia.
hammurabi definì un codice di leggi. questo codice, raccoglieva una serie di sentenze, con le quali il re risolveva le controversie sottoposte al suo giudizio. da queste regole risulta che la babilonia era divisa in 3 classi:
1a "awilum" = uomini liberi.
2a "muskenum" = metà tra uomini liberi e schiavi.
3a "wardum" = schiavi che potevano essere liberati.
dopo la morte di hammurabi, l'impero babilonese andò in declino, favorì l'entrata di altre popolazioni. infatti, verso il 3° millennio, comparvero gli indo-europei.
in europa settentrionale intorno al 2.000 a.C., un gruppo di tribù indo-europee si infiltrò in anatolia = gli hittiti.
la cosa più importante che fecero fu il perfezionamento della metallurgia, introducendo l'uso del ferro.
nel popolo degli hittiti, il re veniva eletto all'interno di un'assemblea di guerrieri detta "Pankus". la struttura politica era costituita da uomini liberi.
gli hittiti, nel 1.650 a.C. fondarono uno stato unitario, con capitale Hattusas, in anatolia.
nel 1.600 a.C. gli hittiti si espansero verso la siria e la mesopotamia, dando origine ad un impero. il re murshili 1°, nel 1.530 a.C. saccheggiò la babilonia.

Lessico
bipedismo-->capacità di stare sugli arti inferiori.
ossidiana-->pietra nera e vetrosa ricavata dalla lava.
paleontologia-->scienza che studia le antiche forme viventi.
giava-->isola dell'indonesia.
ominide-->primo essere di tipo umano.
parietale-->su pareti.
sedentarizzazione-->rimanere fissi in un posto.
antropologia-->scienza che studia l'uomo nei suoi aspetti fisici e caratteriali.
evocare-->richiamare.
neander-->una valle della germania.
anatolia--> attuale turchia.
demografia-->scienza che studia il flusso della popolazione.
etologia-->studia i comportamenti animali nel loro ambiente.
matriarcato-->con al potere le donne.
sciamano-->colui che fa da intermediario tra gli umani e gli spiriti.
regno-->stato che raggruppa dei paesi con culture e tradizioni uguali.
impero-->stato che raggruppa dei paesi con culture e tradizioni diverse.
armenia-->attuale armenia!
surplus-->eccedenza.
silos-->magazzino dove conservano il cibo.
acquaiolo-->chi vende o porta acqua potabile/chi è addetto al governo delle acque irrigue/aggettivo chi vive nell'acqua.

giunchi-->pianta che cresce nei luoghi acquitrinosi con foglie cilindriche.
acquitrinosi-->paludosi/melmosi/fangosi.
semita-->della stessa famiglia linguistica.
bellicosi-->in modo guerriero.

Registrati via email