celo8 di celo8
Genius 9827 punti

Preistoria

fasi della preistoria

La preistoria si divide in vari periodi storici che sono i seguenti:

PALEOLITICO: gli uomini sono sedentari e vivono di caccia e di raccolta, con ciò che offre la natura. Inizialmente sono raggruppati in piccoli gruppi e le donne hanno essenzialmente una funzione riproduttiva; collaborano alla vita comune raccogliendo bacche e piante. La pietra è, grazie a tecniche rudimentali, scheggiata per formare i primi utensili.
Viene scoperto il fuoco.

MESOLITICO: nell'ambito della preistoria il Mesolitico è preceduto da quattro grandi glaciazioni che cambiano l'ambiente e obbligano l'uomo a spingersi verso nuovi territori per sopravvivere. La selvaggina scarseggia e vi è un calo demografico.
Vi sono però anche importanti progressi: invenzione dell'arco e della pesca e diffusione dell'allevamento. Non dipendendo più esclusivamente dalla selvaggina, gli uomini cominciano a diventare sedentari.

NEOLITICO: Nella preistoria vi è anche il periodo del Neolitico, una nuova lavorazione della pietra, la levigazione.
Grandi innovazioni: nasce l'agricoltura, si sviluppa l'allevamento, inizia la filatura, invenzione della ruota e di prime rozze imbarcazioni che aiutano lo sviluppo della pesca. Nascono le prime città e le prime società gerarchiche, non esiste la proprietà privata delle terre che appartengono alla comunità.
Verso la fine vi è l'età dei metalli, dapprima con il rame, poi con il bronzo e infine con il ferro.
Si conclude con l'invenzione della scrittura, che segna la fine della preistoria e l'inizio della storia.

Registrati via email