sc1512 di sc1512
Ominide 5764 punti

-La Prussia nel XVII secolo-

Lo Stato Prussiano iniziò a prendere forma nel corso della prima metà del XVII secolo, poiché esso dopo la Guerra dei Trent’anni era composto da aree divise e territorialmente separate.
Da metà del XVII secolo, il Principe Federico Guglielmo, detto il Grande Elettore, iniziò a rafforzare l’Esercito; per fare ciò si vide costretto ad avviare un piano di prelievo fiscale, sia con tassazioni dirette, che indirette, come ad esempio venne introdotta un imposta sulla birra e altri alimenti; confermò invece le esenzioni fiscali dei Nobili (detti Junker), per ottenere da loro in cambio un appoggio politico, inoltre decretò servi tutti quei contadini che erano nella zona del Brandeburgo e proibì l’acquisto di possedimenti nobiliari ai non nobili.
Col passare degli anni queste nuove imposte gravarono molto sui normali cittadini e sui contadini, mentre la nobiltà si vide confermati i privilegi legali e fiscali, visto anche un nuovo regolamento che obbligava i contadini di vaste aree della Prussia, e di altre confinanti ad essa, alla Servitù della Gleba.

Dal punto di vista Culturale, venne fondata l’Accademia delle Scienze di Berlino, città che divenne anche un’importante Centro Culturale ed Artistico.

Nel 1701 divenne Re di Prussia Federico I, succeduto dal figlio Federico Guglielmo I, il quale:
• si dedicò principalmente al potenziamento dell’Esercito;
• varò una Politica Economica Mercantilistica, volta ad avvantaggiare le manifatture locali e le industrie belliche;
• divide l’Amministrazione Statale in tre sezioni:
_il Consiglio di Giustizia, che regola il Sistema Giudiziario, le questioni Religiose e quelle Educazionali;
_il Kabinettsministerium, che si occupa degli Affari Esteri;
_il Direttorio Generale, che si occupa della gestione dell’Esercito, della Polizia, degli Affari Economici e Finanziari;
Ognuna di queste tre divisioni ha snodi locali;
• a capo di Amministrazioni Civili e Militari nominò principalmente Junker, a cui va anche il ruolo di Landrat, ossia di Funzionari Statali che rappresentano l’autorità Statale del Monarca presso le Amministrazioni Locali;
• ai Nobili proprietari di un Feudo, riserva il diritto di nominare i membri della Polizia e il Pastore della Chiesa locale ed anche il diritto di esercitare la giustizia in dei tribunali del feudo (i casi di conflitto tra Signore e Contadino si risolvevano sempre a favore del primo);
• ai Borghesi non viene concesso molto spazio, mentre i Contadini sono oppressi dal Regime Servile;

Dunque lo Stato Prussiano inizia a prendere la forma di un sistema in grado di fare le Leggi, di scegliere una propria Politica Economica e Fiscale, di scegliere la propria Politica Estera.

Hai bisogno di aiuto in Storia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email