Genius 5605 punti

La situazione nel Sacro Romano Impero nel Quattrocento

Il Sacro Romano Impero non aveva più il controllo dei territori italiani, si concentrò sul mondo tedesco e a partire dal 1417 la corona imperiale rimase stabilmente nelle mani della dinastia degli Asburgo. L’aspetto interessante dell’impero era legato alle regole in vigore per l’elezione dell’imperatore; nel 1356 Carlo IV di Lussemburgo stabilì queste regole nella Bolla d’oro. L’imperatore doveva essere eletto dai sette maggiori principi tedeschi (tre vescovi e quattro laici). Venne quindi abbandonata l’idea secondo cui per poter regnare bisognava essere acclamati dal popolo. Gli Asburgo riusciranno sempre, attraverso minacce o compensi ai principi elettori, a guadagnarsi la nomina. Da qui in poi per impero si intenderà l’insieme dei domini degli Asburgo. Il mondo tedesco era diviso in circa 350 staterelli teoricamente sotto il dominio imperiale, ma praticamente quasi indipendenti. L’Ansa era l’unione delle libere città mercantili tedesche, mentre l’Ordine teutonico era un gruppo di monaci guerrieri; l’Hansa e l’Ordine Teutonico erano due entità del mondo tedesco di quel tempo.

Registrati via email