pser di pser
Ominide 5819 punti

SCENARI EUROPEI TRA 1600 E 1700

Tra 1600 e 1700, l’affermazione di nuovi Stati emergenti come la Prussia e la Russia, che catalizzarono su di loro anche le vicende belliche dell’epoca, portarono molti stati al declino. La Spagna cade in declino in quanto alla dinastia degli Asburgo succedono i Borbone: solo questo cambio dinastico però non può essere però la sola causa di questa caduta verticale dello stato iberico. La Spagna infatti non solo non partecipa più alle vicende europee ma inoltre le colonie che aveva nell’America meridionale, su cui aveva riposto grandi speranze dal punto di vista economico, esaurite tutte le riserve di oro e argento, erano meno produttive rispetto a quelle settentrionali, appartenenti all’Inghilterra. La Svezia e i Paesi Bassi, protagonisti delle vicende europee rispettivamente per aver partecipato alla guerra dei 30 anni e per avere una florida industria tessile, vengono invece soppiantati rispettivamente dalla Russia, che intacca i traffici commerciali nel Baltico e nel Mare del Nord della Svezia, e la Prussia che si sostituisce ai Paesi Bassi. La Polonia invece può essere considerata un caso a parte in quanto alla metà del 700 uno stato con tale nome non esisterà neppure più in quanto fu spartita tra diverse nazioni.

Hai bisogno di aiuto in Storia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email