La rivoluzione industriale

Questa rivoluzione è l'introduzione della macchina nella produzione(ciclo produttivo).E' il passaggio dalla produzione agricola a quella industriale.Cambia il modo di produrre,di lavorare,di vivere…Un tempo la società di mercato tendeva a fermarsi,raggiunto un certo livello.La polemica del liberismo era antifeudale,a livello strutturale economico.L'invenzione della macchina a vapore (1' applicazione di questa al telaio),arriva dall'Inghilterra.Si innesca poi una catena…e tutto questo è arrivato fino ai giorni nostri.Allora esistevano molti contadini e pochi salariati,al giorno d'oggi è l'inverso.Cambia anche il luogo di lavoro,il centro della manodopera,si è spostato dal campo alla fabbrica.C'è una urbanizzazione e nascono città…è una rivoluzione perché tutti vanno a vivere in città per lavorare nelle fabbriche e si portano dietro le famiglie.Queste sono le radici del mondo moderno.Le classi sociali sono sconvolte.Questa classe di nuovi lavoratori,pretenderà poi il potere e questo andrà quindi in mano alla borghesia salariata.In Francia c'è l'Ancienne Regime,che combatte contro questa nuova classe che acquista potere…infatti qui scoppierà la rivoluzione,che sarà alla base del liberismo.L'illuminismo è poi l'idea della borghesia in ascesa…

Registrati via email