ely90 di ely90
Genius 4638 punti

Rivoluzione Francese

5 maggio 1789: Luigi XVI convoca a Versailles gli Stati Generali;

17 maggio 1789: Il Terzo Stato, vista l’impossibilità di votare per testa, si riunisce in Assemblea Nazionale;

20 giugno 1789: Giuramento della Pallacorda (Il Terzo Stato non si sarebbe sciolto senza aver ottenuto una Costituzione);

9 luglio 1789: Nasce l’Assemblea Nazionale Costituente; al Terzo Stato il Re ha fatto annettere gli altri due;

14 Luglio 1789: Presa della Bastiglia e soprattutto delle armi nell’hotel de Ville;

4 agosto 1789: Vengono abolite le corvées e gli obblighi feudali, dividendo il territorio in 83 dipartimenti;

26 agosto 1789: Dichiarazione dei diritti dell’uomo e del cittadino da parte dell’Assemblea Costituente;

5 ottobre 1789: La Guardia Nazionale (di La Fayette ), milizia volontaria, protesta a Versailles;

10 ottobre 1789: Luigi XVI non è più Re della Francia, ma dei Francesi carattere nazionale (no patrimoniale);

2 novembre 1789: L’assemblea Costituente requisisce i beni del clero, vendendo i beni incamerati tramite la pratica degli "assegnati";

1790: Viene promulgata la “Costituzione Civile del Clero” facendo diventare il clero stipendiato dallo Stato;

20 giugno 1791: Fuga di Varennes. Luigi XVI, travestito da servo, tenta di fuggire dalla Francia;

3 settembre 1791: Viene approvata la Costituzione con separazione dei poteri Esecutivo al Re, Legislativo all’Assemblea, suffragio censitario e scioglimento della Costituente a cui subentra l’Assemblea Legislativa (è ancora una monarchia costituzionale);

1 ottobre 1791: insediamento della Legislativa, controllata dai moderati;

Febbraio 1792: L’assemblea requisisce i beni dei nobili emigrati e dichiara abolito ogni obbligo feudale;

Aprile 1792: L’assemblea approva di dichiarare guerra ad Austria e Russia;

20 giugno 1792: I sanculotti invadono le Tuileries, residenza del Re, chiedendone la deposizione;

25 luglio 1792: “Proclama del Duca di Brunswick”: minaccia di distruggere Parigi in caso di danni al Re;

10 agosto 1792: Il Re si rifugia presso l’assemblea, dopo che la “Comune Rivoluzionaria” ha assunto la guida della città e di fatto si eleggono nuove elezioni per la Convenzione Nazionale;

Settembre 1792: I sanculotti attaccano le prigioni uccidendo nobili e clero refrattario,“stragi di settembre”;

20 settembre 1792: Insediamento della Convenzione, eletta a suffragio Universale maschile, divisa in destra (Girondini), sinistra (Montagnardi, cioè Giacobini e Cordiglieri), centro (Palude, senza orientamenti);

20 settembre 1792 : Vittoria della Francia sulla Prussica a Valmy;

21 settembre 1792: Formale abolizione della monarchia e proclamazione della Repubblica;

1793-1795: Prima Coalizione antifrancese, voluta dall’Inghilterra;

21 gennaio 1793: Luigi XVI viene ghigliottinato;

16 ottobre 1793: La regina Maria Antonietta subisce la stessa sorte;

1793: La Convenzione deve fronteggiare la ribellione della Vandea (ma anche di altre zone) organizzata da contadini, nobili e clero refrattario;

Marzo/maggio 1793: Crisi dei Girondini e conseguente affermazione dei Giacobini;

1793: Istituzione del Tribunale Rivoluzionario che giudicasse i sospetti e fissasse prezzi massimi dei cereali;

2 giugno 1793: Insurrezione dei Sanculotti e conseguente dominazione dei Giacobini nella Convenzione;

24 giugno 1793: la Convenzione approva la nuova Costituzione: la forma di governo è la Repubblica, c’è suffragio universale maschile, i cittadini eleggono l’Assemblea Legislativa (non entra mai in vigore);

1793: viene istituito il “Comitato di Salute Pubblica” da parte dei Giacobini, che lo dotano di pieni poteri;

Agosto 1793: Dittatura giacobina che impone la leva di massa per comporre un esercito popolare (inizia il “Terrore” caratterizzato dalla scristianizzazione, da un nuovo calendario e dalla legge “sui sospetti”);

26 giugno 1794: Vittoria militare Francese contro la prima coalizione a Fleurus (rafforzamento degli oppositori di Robespierre);

27 luglio 1794: ("Termidoro”) Robespierre viene ghigliottinato (Colpo di Stato, Reazione Termidoriana);

1794: La Francia riporta buone vittorie militari e solo Austria e Inghiletterra le restano come antagoniste;

Agosto 1795: Costituzione dell’anno III, espressione della politica termidoriana: suffragio censitario, potere legislativo ad un sistema bicamerale (degli Anziani e dei Cinquecento) ed esecutivo al Direttorio (5 membri);

Ottobre 1795: Colpo di Stato dei filomonarchici (Destra) e tentativo di insurrezioni giacobine (Sinistra);

Registrati via email