La diffusione della riforma


La Riforma in Svizzera

In Svizzera ben presto si diffusero le idee di Lutero, ma fu soprattutto importante la predicazione del francese Giovanni Calvino che propose una sua visione della Riforma diversa da quella di Lutero. Calvino agì nella città di Ginevra dove si era stabilito a partire dal 1536. Calvino credeva nella predestinazione. Pensava cioè che fosse Dio a imporre un destino ai singoli uomini e a decidere chi di loro dovesse salvarsi e chi invece no.

La Chiesa calvinista

Nel 1541 Calvino fondò a Ginevra una Chiesa molto ben organizzata che affermò la sua autorità sul governo cittadino. L?obiettivo di Calvino era quello di creare una repubblica di santi, cioè uno Stato in cui tutti i cittadini si impegnassero completamente per la gloria di Dio.
Calvino non condannava la ricerca del successo negli affari, ma voleva abolire ogni forma di lusso e di piacere terreno.

La Chiesa anglicana

Il re d’Inghilterra Enrico VIII approfittò della riforma per liberare l’Inghilterra dall’obbedienza alla Chiesa di Roma. Enrico VIII voleva controllare direttamente il clero ed impadronirsi delle proprietà ecclesiastiche. Enrico VIII voleva divorziare da Caterina d’Aragona, il papa gli negò l’autorizzazione allora Enrico VIII fece annullare il matrimonio dall’arcivescovo di Canterbury, la massima autorità della Chiesa in Inghilterra, e sposò Anna Bolena. Quando il papa minacciò di scomunicarlo reagì con l’Atto di Supremazia (1534). Questo Atto stabiliva che il re era l’unico e supremo capo della Chiesa d’Inghilterra. Nacque così la Chiesa anglicana, cioè inglese: una Chiesa di Stato, che almeno all’inizio restò fedele a quasi tutte le tesi religiose cattoliche. Il Re sostituiva l’autorità della Chiesa con la sua. La scelta dei vescovi fu riservata al re. Cessò il pagamento delle tasse a Roma. I cattolici che non accettarono del re vennero mandati a morte tra questi il suo cancelliere Tommaso Moro, proclamato poi santo dalla Chiesa cattolica.

La geografia della Riforma

Dalla Germania il luteranesimo si diffuse in pochissimo tempo nel centro e nel nord Europa.
Il calvinismo ebbe grande successo in Francia, in Inghilterra e in alcune zone dell’Est europeo.
Un’ulteriore diffusione delle dottrine riformate si ebbe nel Seicento, quando le persecuzioni costrinsero molti puritani calvinisti a emigrare dall’Europa verso l’America.
Fare il puritano
Sorto all’interno della Chiesa anglicana, il movimento puritano si ispirava al più rigoroso calvinismo. Le espressioni fare il puritano o essere un puritano indicano una persona molto rigida ed intransigente.
Registrati via email