Alex94 di Alex94
Sapiens 2332 punti

La Restaurazione

Nel 1814-1815 si riunisce il congresso di Vienna che ridisegnò la carta dell’Europa in base al principio dell’equilibrio e del legittimismo. La Santa Alleanza formata da Austria, Prussia e Russia si impegnò a intervenire per mantenere l’ordine fra gli Stati.
I sovrani legittimi ristabilirono l’assolutismo e tornarono ai regimi di polizia e alla censura.
Nel 1815 comincia la Restaurazione,la ricostituzione dell’Ancien Régime. Non riguardò l’Inghilterra,ma finì in Francia nel 1830 e nel resto dell’Europa nel 1848.
Si formarono delle società segrete . Nel 1820-1821 la principale società fu la Carboneria ,che riusci a ristabilire i regni delle due Sicilie,nel Lombardo-Veneto e in Piemonte.
Nel 1810 le colonie spagnole si ribellarono contro Madrid e nel 1823 ottennero l’indipendenza: nel 1825 il Portogallo concesse indipendenza al Brasile. Tra il 1821 e il 1829 i Greci combatterono contro i Turchi e vinsero. I latino-americani e i Greci vinsero grazie al popolo. In America,i creoli guidarono gli indios;la Grecia,sopportò massacri finché non fu liberata dagli inglesi e dai francesi.
Tra il 27 e il 29 luglio 1830 Parigi fu contro Carlo X ,che fuggì lasciando il posto a Luigi Filippo d’Orleans. Lo stesso succedette ai Polacchi e ai Tedeschi e nel 1831 anche ai carbonari modenesi, fermati però dalla Santa Alleanza e dalla polizia. Ebbero successo le insurrezioni della Spagna e del Belgio che si staccò dall’Olanda.
Nel 1831 il carbonaro Giuseppe Mazzini fondò la Giovine Italia ,che aveva come obbiettivo una repubblica democratica con un governo deciso dai cittadini. Per Mazzini la Nazione doveva essere “ una,indipendente e sovrana” gli altri obbiettivi erano cacciare gli Austriaci e l’Unità d’Italia.
Alla Giovine Italia aderirono borghesi,militari e operai. I moti di Genova fallirono nel 1834. Ma fallirono anche i moti di Romagna e la spedizione dei fratelli Bandiera in Calabria nel 1844. Questi insuccessi causarono la fine della Giovine Italia.
Alle idee di Mazzini si opposero i federalisti che volevano una confederazione degli Stati Italiani. I loro esponenti furono Vincenzo Gioberti,cattolico, che proponeva uno Stato comandato dal papa, e Carlo Cattaneo che proponeva una federazione di repubbliche italiane. Contario al federalismo ci fu Camillo Benso,conte di Cavour che voleva l’Unità d’Italia, al comando dei Savoia. Nel 1847 Cavour fondo un giornale chiamato Il Risorgimento, e questa parola indicò la vicenda che l’Italia divenne una Stato nazionale unitario.
Nel 1847 fu eletto papa, Pio IX, che aveva simpatie liberali e che con il Granduca di Toscana e Carlo Alberto cambiò delle riforme e abolì le dogane mentre l’Austria occupava Ferrara.

Registrati via email