Eliminato 2152 punti

Implicazioni sociali

La diffusione e l’affermazione del Protestantesimo si innesta in una situazione politico-sociale conflittuale. Principe elettore di Sassonia Federico contro l’arcivescovo di Magdeburgo sulla questione delle indulgenze, il denaro dei sudditi va a finire a Magdeburgo e l’arcivescovo sottrae al principe potere e giurisdizione. Più in generale si tratta di un conflitto tra i principi territoriali e gli interessi temporali della Chiesa di Roma sui loro territori. Ogni parte sociale assume l’adesione al Luteranesimo dal proprio punto di vista, sperando di mutare i rapporti di forza e sociali esistenti.
I principi territoriali assumono il luteranesimo come presupposto per rendersi sempre più autonomi sia dalle ingerenze della Chiesa di Roma sia dallo stesso potere imperiale e rafforzare all’interno i propri principati.

I cavalieri, che rappresentano la piccola nobiltà sempre più emarginata dal crescente potere della grande feudalità sia laica sia ecclesiastica, aderirono soprattutto a quell’aspetto del Luteranesimo che va contro il potere temporale della Chiesa, contro i beni del clero, le proprietà ecclesiastiche e quindi anche i grandi feudi ecclesiastici. I cavalieri volevano, facendo leva sul Luteranesimo, formare una Germania imperiale, fondata sulla loro forza politica.

Registrati via email