Ominide 600 punti

Rivoluzione Americana

  • fine 1500-prima metà 1600: prime colonie inglesi in America sulla costa Atlantica, instaurarono il puritanesimo
  • → Thanks giving day: si ringraziano i padri pellegrini
    Colonie:

      Sud: colonie di più antica fondazione (es: Virginia), origine inglese, fede anglicana; legate alla madre patria, esportavano i prodotti della loro fiorente agricoltura di piantagione grazie al commercio inglese.
      Nord: New England, origine inglese, puritani, sviluppo del commercio e pesca sulla costa, industria cantieristica grazie all’abbondanza di legno per le navi, agricoltura per uso interno basata su piccole proprietà.
      Centro: tra cui New York, origine olandese, svedese, irlandese, scozzese e tedesca, radicato pluralismo e tolleranza religiosa, terre fertili intorno al fiume Hudson e affluenti incrementava l’agricoltura (granaio d’America), commercio sviluppato verso Europa e Caraibi.

  • 1763: fine guerra dei Sette Anni con vittoria Inghilterra che scaccia i francesi dal Nord America. Royal Reclamation: vietava ai sudditi in America di colonizzare i territori ad Est oltre i monti Appalachi lasciandone il temporaneo uso alle popolazioni indiane.

  • 1764-65: Revenue Act, Stamp Act: secondo il re Giorgio III, i coloni erano quelli che avevano guadagnato di più dalla guerra dei Sette Anni, perciò dovevano pagare una parte dell’ingente debito che la guerra aveva accresciuto (fino ad ora le colonie avevano dovuto pagare pochissime tasse e non erano ben controllate).Il primo provvedimento serviva per eliminare il contrabbando (i coloni potevano importare ed esportare solo dall’Inghilterra); il secondo inseriva una tassa su qualsiasi documento, transazione commerciale e atto legale, il bollo.

  • 1766: dopo l’aggiunta delle nuove tassazioni, i coloni insorsero considerandoli incostituzionali, perché essi non avevano alcun rappresentante in Parlamento (no taxation without representation, fu lo slogan). Il parlamento Inglese, dopo varie insurrezioni e boicottaggi commerciali, eliminò lo Stamp Act.
    5 marzo 1770: massacro di Boston: le truppe inglesi fecero fuoco sui manifestanti di una protesta contro una nuova tassa sull’esportazione del te.

  • 1773: Tea Act: il parlamento attribuisce alla sola Compagnia delle Indie il diritto di vendere tè nelle colonie. La compagnia stava attraversando un difficile momento e il parlamento voleva risollevarla, facendo contemporaneamente abbassare il costo del tè; ma questo favoriva le colonie americane che contrabbandavano tè dall’Olanda. Il 16 Dicembre, dei coloni vestiti da indiani salì a bordo di una nave della Compagnia e buttò in mare tutto il carico di tè (Boston Tea Party).

  • 1774: in risposta il parlamento fece chiudere il porto e amplifico il potere del governatore sul territorio. Quebec Act, assegna vari territori a Nord e Ovest delle colonie, al Canada.

  • 1774: Primo Congresso Continentale: 12 rappresentanti delle 13 colonie si riunirono per decidere dei nuovi boicottaggi al commercio inglese, pur ribadendo la sudditanza a Giorgio III.

  • patrioti: si schierarono a difesa dell’autonomia delle colonie.
    quaccheri: pacifisti che non presero posizione, come gran parte della popolazione rurale.
    lealisti: difesero la politica Inglese, si sentivano sudditi leali.
  • 1775: le proteste dei coloni si amplificarono, fino allo scontro più duro a Lexington, dove gli inglesi vennero sconfitti. A maggio, Secondo Congresso Continentale, si decide di assumere compiti di governo: battere moneta, gestire un proprio commercio, e un sistema postale, formare un esercito unificato al comando di George Washington, decidere una nuova bandiera.

  • 4 luglio 1776: il Congresso vota all’unanimità la Dichiarazione di Indipendenza.
  • Hai bisogno di aiuto in Storia Moderna?
    Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
    Registrati via email