Ominide 262 punti

Napoleone Bonaparte

1794-1795
La borghesia riprende il controllo.
L’esercito diventa numerosissimo e viene introdotto l’obbligo di leva.
1795: la Francia conquista Belgio e Olanda.
Nel 1796 il direttorio progetta una grande spedizione contro l’Austria.
Le truppe vengono attirate verso sud per lasciar libero il fronte nord. A sud vengono mandate milizie poco armate, utilizzate solo come diversivo, mentre al nord viene mandata la parte migliore dell’esercito.
A sud le truppe sono comandate da Napoleone.
Napoleone nasce ad Ajaccio. L’anno prima della sua nascita la Corsica era stata venduta. Ha una vita parallela a quella di Cesare e Alessandro Magno. Nel 1793 a Tolosa reprime i moti lealisti e diventa generale. Conosce Giuseppina a Parigi e si sposano nel 1796. Grazie a lei scala la vetta sociale. Tra aprile - maggio intraprende una spedizione in Italia. Entra in Liguria, occupa Milano, Mantova e il Veneto, sbaragliando gli austriaci.

Nel 1797 tratta la pace con gli austriaci: con il trattato di Campoformio scambia il Veneto con il Belgio. Questo è il periodo delle repubbliche sorelle. Alcuni patrioti insorgono a Reggio Emilia.
Il direttorio vuole ora impadronirsi dell’Egitto, un importante nodo strategico, e nel 1798 viene scelto proprio Napoleone per occuparlo. Nella celeberrima battaglia delle piramidi, Bonaparte vince sconfiggendo i turchi.
In questo periodo come già avevamo accennato abbiamo il comitato di salute pubblica capeggiato da Robespierre. Viene chiamato anche periodo del terrore e si afferma la legge del sospetto, secondo la quale per ritenere un individuo bastano prove. Infatti durante la rivoluzione francese bastavano dicerie e prove morali per condannare una persona. Il risultato fu che 500.000 francesi furono arrestati per prove morali e 3.000 persone vennero annegate. La situazione degenera, Danton viene fatto ghigliottinare da Robespierre. Robespierre fronteggia la minaccia militare e l’esercito viene riformato e affidato a Carnot.
La leva diventa di massa, tutta la popolazione è arruolata.
Esercito numerosissimo, gradi più alti ottenuti per merito. Venne attuata una:
- campagna di cristianizzazione;
- riforma del calendario;
- si sviluppa l’egittologia, lo studio e la traduzione dei geroglifici.
L’ammiraglio Nelson Albukir riesce a bloccare il porto di Alessandria.
Nel 1799 venne fatto un colpo di stato e Napoleone venne fatto primo console.
Nel frattempo si ha la riconquista da parte dell’Austria delle repubbliche sorelle. Austria contro Napoleone nella battaglia di Marengo.
Dessay (muore)attacca sul fianco gli austriaci.
Napoleone controlla personalmente l’esercito.
Sconfigge gli austriaci a Marengo, l’Italia viene perciò annessa alla Francia (1805).
Nel 1802 Napoleone, dopo aver sconfitto russi inglesi e austriaci, si proclama console a vita.
Nel 1804 si proclama imperatore. Lascia in eredità il codice civile e la donna resta meno importante. C’è in questo periodo anche una limitazione della libertà di stampa. Napoleone venerato come un dio, anche nelle scuole si racconta delle sue gesta eroiche. Elimina lo stato della chiesa fisicamente poiché gli dà fastidio che esista .Roma viene annessa, Napoleone scomunicato e il Papa carcerato. Napoleone costruisce canale emiliano romagnolo. Nel 1805 riprende la battaglia e la politica coloniale, appoggia le ribellioni contro gli inglesi. Nel 1805 vittoria a ulm contro austriaci e russi. Battaglia di Austerlitz 2/12/1805, nonostante sia in inferiorità riesce a vincere fingendo di fuggire. L’ammiraglio Nelson però intercetta i francesi a Trafalgar e li distrugge.
Si colloca in quest’epoca il blocco continentale, caratterizzato da una guerra più che altro commerciale. Nel 1806 Napoleone intraprende una campagna contro i prussiani. Fa pace con lo zar. Intanto in spagna Carlo IV di Borbone e Ferdinando si contendono il regno e chiamano Napoleone come giudice, il quale se ne approfitta invadendo Spagna e Portogallo. In questo periodo possiamo finalmente parlare delle prime sconfitte di Napoleone. Nel 1809 Napoleone combatte contro austriaci e inglesi e la Russia si allea. Nel 1810 si ha la pace, data anche dal matrimonio con Maria Luisa D’Asburgo. E' questo l’anno di apice del potere napoleonico e i nemici iniziano a minargli l’impero. Il blocco continentale gli si ritorce contro e nel 1812 Napoleone strappa il trattato ,invade la Russia e varca il fiume Niemen con 600.000 uomini e 180000 cavalli. Lo zar non rispetta il blocco continentale. Strategia militare dei russi (guidati da Kutuzov) ritirata bruciando tutto. Napoleone arriva a Borodino e si ha un primo scontro. A Mosca arriveranno soltanto in 110.000, ma la città è vuota. Viene incendiata Mosca per far rientrare Napoleone in patria. Disfatta in Russia. Quando ritorna in Francia deve fronteggiare Austria, Inghilterra e Prussia che si alleano. Nel 1813 Napoleone viene sconfitto a Lipsia, si ritira a Parigi dove dopo l’assedio abdica nel 1814. Ritorna a Parigi Luigi XVIII e il vecchio regime.

18/6/1815 Battaglia Di Waterloo: Napoleone divide l’esercito in due e attacca prussiani e inglesi separatamente. La battaglia comincia a mezzogiornoe, quando gli inglesi sono ormai sconfitti, intervengono i prussiani. Si arrende Napoleone, esiliato a Sant’Elena.
5/5/1821 Napoleone muore.

Registrati via email