Genius 13136 punti

Tirso de Molina

Tirso de Molina, pseudonimo di Gabriel Téllez, nacque a Madrid nel 1579 da una famiglia di umili origini. Studiò teologia e nel 1600 entrò nell’Ordine dei Mercedari per diventare frate l’anno successivo. La vita religiosa di predicatore e la successiva carica ufficiale dell’Ordine (1632) gli fornirono l’occasione per numerosi viaggi in Spagna e anche nella lontana Santo Domingo (1616).
A Toledo, dove visse dal 1604 al 1615, conobbe Lopez de Vega e, parallelamente agli importanti incarichi rivestiti per l’Ordine, cominciò un’intensa attività di drammaturgo.
Non sfuggì però agli attacchi rivolti dalla rigida cultura controriformistica spagnola contro la sua opera, tacciata moralità, accuse che gli imposero ripetutamente il divieto di pubblicare e l’esilio da Madrid. Nonostante ciò nel 1637 diede alle stampe la prima parte delle sue commedie.

Da qui in poi cambierà molto spesso città. Di ritorno a Madrid venne insignito di altri incarichi religiosi di prestigio. Dal 1634 al 1636 pubblicò ancora quattro tomi di opere teatrali. Morì ad Almazàn (Soria) nel 1647.

Hai bisogno di aiuto in Storia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email