Genius 5605 punti

La Lega Santa contro i Turchi

Nel 1571 il re spagnolo, con l’appoggio papale, riuscì a formare una grande alleanza contro i turchi, che comprendeva la Spagna, Venezia, Genova, i cavalieri di San Giovanni e lo Stato Pontificio e venne chiamata Lega Santa. Questa impresa era vista come una mossa disperata perché fino ad allora i turchi non avevano mai perso. Il centro dell’alleanza era ovviamente la Spagna e Filippo II mise a capo della flotta il fratellastro don Giovanni D’Austria. Le due flotte si scontrarono nel 1571 a Lepanto, al largo della Grecia. La flotta cristiana era più piccola, ma composta di navi più equipaggiate, le galeazze veneziane, che erano lente, ma corazzate e dotate di molta artiglieria. Queste imbarcazioni vennero messe come scudo in prima fila nella flotta cristiana ed erano guidate dai fratelli di Bragadin. La battaglia di Lepanto fu una delle più sanguinose della storia e vide una grande vittoria della flotta cristiana. I motivi della sconfitta dei turchi furono diversi:

- in primo luogo, i turchi erano sicuri di vincere e si lanciarono subito all’attacco, ma si trovarono in gran difficoltà a manovrare bene a causa della morfologia dei mari in prossimità della Grecia;
- in secondo luogo, le navi turche erano numerose, ingombranti, ma poco equipaggiate e con scarsa artiglieria rispetto alle navi cristiane;
- in terzo luogo, i rematori delle navi turche erano tutti schiavi cristiani.
La flotta ottomana venne quasi completamente distrutta, ma la minaccia turca non si affievolì. Venezia fece un accordo pacifico con i turchi per poter compiere scambi commerciali con l’Oriente. Nel giro di due anni, i turchi ricostruirono completamente la propria flotta e si rilanciarono alla conquista di nuovi territori tra cui l’isola di Creta, che apparteneva ai veneziani.

Registrati via email