blakman di blakman
VIP 9176 punti

Le guerre d'Italia

La fragilità dell'equilibrio italiano si rivelò quando il re di Francia Carlo VIII decise di estendere i suoi possedimenti verso l'Italia.In questo modo apri una fase di instabilità e conflitti che durò piu di un ventennio e portò la gran parte dei territori della penisola alla perdita dell'indipendenza.La complessa serie degli avvenimenti puo essere cosi riassunta:
-1494:Carlo VIII rivendica il regno di Napoli e scende in Italia appoggiato dal duca di Milano,Ludovico Sforza,e da Pietro de Medici.Nel 1495 entra nella città partenopea.I principi italiani formarono una lega che comprende Milano,lo stato ponteficio,Venezia e Firenze.Sulla via di ritorno,Carlo VIII viene sconfitto a Fornovo sul Taro (1495).
-1498:Il nuovo re di Francia,Luigi XII d'Orleans,estende le sue pretese anche al ducato di Milano e si allea con Venezia e con il papa.Nel 1499 conquista la citta lombarda con la Spagna per spartire con essa il regno di Napoli.Le due monarchie entrano però in conflitto e nel 1504 l'intero regno di Napoli passa a Ferdinando d'Aragona.

-1508:papa Giulio II costituisce contro Venezia,per indebolirne la potenza,la lega di Cambrai,con Ferdinando d'Aragona,Luigi XII e Massimiliano d'Asburgo.Venezia subisce una dura sconfitta e deve rinunciare a molti dei propri possedimenti.La lega rompe gli equilibri italiani a favore dei francesi e papa Giulio II organizza la lega santa contro la Francia.Nel 1512 Luigi XII viene sonfitto e deve liberare Milano.
-1515:a Luigi succede il nipote Francesco I,che entra nuovamente in Italia e occupa Milano.Per la quarta volta in quindici anni la città cambia padrone e torna sotto il dominio dei francesi.Con Milano alla Francia e il regno di Napoli alla Spagna,le guerre italiane sembrano terminate.

Registrati via email