Yaschin di Yaschin
Habilis 1770 punti

Gutenberg, Johann

All'orafo tedesco Johann Gutenberg (c. 1398-1468) è attribuita l'invenzione in Europa della macchina da stampa (v. stampa, sistemi di) a caratteri mobili. La sua invenzione soddisfece le esigenze dell'epoca di poter disporre di una quantità maggiore e più a buon mercato di materiale per la lettura, e anticipò la moderna industria tipografica.
Gutenberg iniziò i suoi esperimenti sui metodi di stampa nel 1440 a Strasburgo, a 160 Km da Magonza sua città natale. Nel 1450 era di nuovo a Magonza e la sua invenzione aveva ormai fatto tali progressi che egli la poté sfruttare commercialmente. Per poter produrre il gran numero di singoli pezzi dei caratteri (tipi) che erano necessari per la composizione di un libro Gutenberg introdusse il principio della produzione di duplicati per colata. Le singole lettere venivano scolpite in rilievo e quindi pressate su blocchetti di ottone in modo da ottenere delle matrici dalle quali si potevano preparare duplicati mediante colata di un metallo fuso. Questi venivano poi combinati in modo da formare una superficie stampante piana; questa tecnica costituì la nascita del processo della stampa tipografica.

La seconda conquista di Gutenberg fu lo sviluppo di un inchiostro in grado di aderire ai suoi caratteri in metallo e che doveva pertanto essere di composizione chimica completamente differente da quella degli inchiostri per blocchi di legno già esistenti. Gutenberg trasformò anche una pressa da vino in un torchio in grado di stampare pagine di caratteri. Mentre metteva a punto il suo modello commerciale di torchio, tra il 1450 e il 1452, prese a prestito una somma di denaro da Johann Fust per poter iniziare la produzione dei caratteri e delle presse, ma non fu in grado di ripagare il debito al tempo dovuto. Fust avanzò i suoi diritti ipotecari nel 1455 e ottenne di poter rilevare i caratteri e i torchi, iniziando egli stesso l'attività di stampatore insieme con il genero Peter Schöffer. A quanto risulta Gutenberg abbandonò del tutto l'attività di stampatore nel 1465, probabilmente perché divenuto cieco. Morì il 3 febbraio 1468, in condizioni di relativa povertà.
Una sola opera importante può essere attendibilmente attribuita alla personale attività di Gutenberg: la cosiddetta Bibbia di Gutenberg (nota anche come "Mazarina"), con pagine su due colonne di 42 righe ciascuna, che venne composta e stampata intorno al 1455.

Registrati via email