Zwingli fu il teologo che avviò la riforma protestante in svizzera. la sua predicazione portò a una frattura traa i cantoni e a una guerra di religione alla quale egli stesso prese parte attivamente, rimanendo ucciso nella battaglia di Kappel.
La divisione religiosa dell'europa aprì un periodo nel quale l'intolleranza, il fanatismo generarono persecuzioni e conflitti. in germania, svizzera, francia e paesi bassi scoppiarono guerre in cui spesso al motivo religioso se ne intrecciarono altri.

Guerre di religione
Per combattere le minoranaze religiose esistenti in uno stato venivano utilizati gli strumenti di "polizia dela fede": l'inquisizione nei paesi cattolici, i tribunali statali in quelli protestanti. il passaggio dalla repressione alla guerra avveniva quando uno stato cercava di imporre a un altro il proprio culto, oppure quando le due fedi in concorrenza all'interno dello stesso stato erano abbastanza forti da darsi un'organizzazione militare. le guerre di religione avevano alla loro origine l'intolleranza, il fanatismo e la paura. i cattolici in particolaare ritenevano che gli altri interpretassero il cristianesimo in modo falso ed eroneo e fossero mossi dalla perfidia e dalla malafede; le loro intenzioni non potevano essere che ostili ed essi andavano soppressi prima che tentassero di annientare i veri credenti.

le guerre di religione non furono però provocate solo da motivi religiosi. in Germania i principi protestanti volevano anche conservare la loro autonomia politica nei confronti dell'imperatore cattolico.

Registrati via email