superrr di superrr
Ominide 50 punti

La Guerra dei Trent'anni

Cominciò tutto con la Defenestrazione di Praga, nel 1618, quando i Praghesi si ribellarono perchè l'imperatore Ferdinando d' Asburgo, voleva rinnegare ai protestanti la libertà di culto; cosi due luogotenenti dell' imperatore vennero defenestrati. Questo evento sancì simbolicamente l'inizio di una lunga guerra i cui obiettivi erano di strappare la Germania dalla Controriforma e di abbattere l'egemonia asburgica.

La Germania era un impero frammentato e debole con un sistema feudale. Vi era molta instabilità politico-religiosa dovuta alle clausole della Pace di Augusta(cuius regio eius religio). I principi tedeschi aspiravano all'autonomia politica e gli Asburgo tentavano di imporre l'assolutismo cattolico-unitario in Germania approfittando del periodo buio.

Presto il conflitto si espanse poiche ogni paese pensava ai propri interessi; quindi si formarono due leghe: la lega Cattolica, formata dagli Asburgo, la Spagna e i principi di Baviera, e la lega Evangelica, formata dalla Boemia,i principi protestanti, l'Olanda, la Danimarca, la Francia e la Svezia.

Nel 1648, con la Pace di Westfalia, vinse la lega Evangelica portando a delle conseguenze di tipo politico, religioso e territoriale. Infatti la Francia ottenne Metz,Toul e Verdun; l'Olanda ottenne l'indipendenza dalla Spagna e la Svezia ottenne l'egemonia sul Baltico. I Principi e i sudditi erano liberi di professare e le religioni riconosciute erano: il cattolicesimo, il luteranesimo, il calvinismo e l'hussitismo. Inoltre il tentativo asburgico di imporre l'assolutismo unitario politico-religioso fallì e l' area tedesca subì un ulteriore disgregazione.

Registrati via email