Ominide 4479 punti

Nella scuola siciliana avviene la scissione tra poesia e musica e quindi da quel momento in poi la musica non avrà più niente a che fare con la poesia. E quindi di conseguenza le strutture metriche diventano rigide perché il ritmo lo deve tenere la poesia per conto proprio.
La scuola siciliana, nasce e muore con Federico II (1220-1250) il quale era l’imperatore del sacro romano impero germanico e contemporaneamente re di Italia e della Sicilia. Federico II è nipote di Federico Barbarossa e figlio di Costanza di Altavilla.Quindi possiamo dire che lui proviene da due civiltà, una germanica (da parte del nonno) e una normanna (da parte della madre) .Venne in Italia per contrastare il papa e arrivò a Palermo che diventa il centro di quello che diventerà tutto il suo regno. In quel periodo c’erano 2 poteri universali: il Papato e l’Impero. Per il papato patteggiavano i guelfi, mentre per l’impero patteggiavano i ghibellini e ovviamente Federico II era a capo dei ghibellini. Quando fu indetta una crociata da parte di Innocenzo III contro gli Albigesi (che erano considerati una setta eretica dato che la loro religione era il catarismo perciò venivano chiamati catari), situati nella città di Albi collocata in Provenza, i trobadores provenzali sfuggendo a questa crociata di rifugiarono nella corte di Federico II.

Hai bisogno di aiuto in Storia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email