El_Nico di El_Nico
Ominide 50 punti

Crisi del '600

È il periodo della grande Controriforma Cattolica. Il Concilio di Trento non produsse riconciliazioni. L’Europa rimase essenzialmente divisa. Il Cattolicesimo si arroccò sulle proprie posizioni teologiche. Al suo interno ci furono cambiamenti:
• GESUITI
• ANTICORRUZIONE
• NUOVE NORME
Ci fu un pesante oscurantismo, forti repressioni e divieti, come ad esempio i libri proibiti, le persecuzioni contro i sapienti o l’Inquisizione.
Guerre di religione in Francia: UGONOTTI vs CATTOLICI.
Il 1600 è un secolo di crisi, gli storici parlano di una crisi del ‘600: crisi demografica, crisi agricola, crisi del commercio. Questo secolo registra una delle più dure guerre di religione,la GUERRA DEI 30 ANNI (1618/1648). Scoppiò e finì per coinvolgere tutte le maggiori potenze europee. Fu una catastrofe. Il 1600 sotto l’aspetto culturale è il secolo del pieno sviluppo della rivoluzione scientifica. MAX WEBER dice: riguardo alla scienza, si compie, ha inizio, il processo di disincantamento del mondo, dalla mentalità magica, medievale e religiosa. Il 1600 è il secolo del barocco.
Il 1600 è un grande secolo dal punto di vista della storia politica, delle forme della politica. È un grande laboratorio di forme di politica, come: da un lato è il secolo dell’ASSOLUTISMO MONARCHICO, come in Francia con il Re Sole, Luigi XIV, dall’altro è il secolo che vede il delinearsi, il nascere della MONARCHIA PARLAMENTARE ( COSTITUZIONALE), in cui il monarca è limitato dal rapporto col parlamento, ma anche dalla costituzione, come in Inghilterra. Arriverà a questo governo dopo addirittura due rivoluzioni. Abbiamo anche la REPUBBLICA, come nelle province unite d’Olanda.
DATE SIGNIFICATIVE:

GUERRA DEI 30 ANNI
- 1618 Inizio guerra e battaglia della montagna bianca
- 1648 Fine guerra e trattati di pace di Vestfalia
MOMENTI FONDAMENTALI DELLA STORIA DI FRANCIA
- 1598 Editto di Nantes e fine guerre di religione
- 1614 Regno di Luigi XIII e ultima convocazione degli stati generali
- 1624/1642 Età di Richelieu
- 1643 Regno di Luigi XIV; Età di Mazzarino ( cardinale e primo ministro)
- 1648 Fronda parlamentare
- 1653 Fronda nobiliare
- 1659 Pace dei Pirenei tra Francia e Spagna
- 1661 Morte di Mazzarino e inizio del regno di Luigi XIV
MOMENTI FONDAMENTALI DELLA STORIA D’INGHILTERRA
- 1603 Inizio del regno di Giacomo I Stuart
- 1625 Regno di Carlo I
- 1628 “Petition of rights”; inizio del processo della rivoluzione inglese

- 1640 Inizio del lungo parlamento
- 1642 Inizio della guerra civile/rivoluzione
- 1649 Processo, condanna a morte ed esecuzione di Carlo I; inizio della Repubblica Inglese
- 1653 Oliver Cromwell lord protettore d’Inghilterra
LA FRANCIA DA METÀ 1600
- 1668/69 Guerra di devoluzione (passaggio della corona non per successione diretta) Spagnola
- 1672/78 Guerra Francia vs Olanda
- 1685 Editto di Fontain Bleu: Revoca dell’editto di Nantes = no alla libertà di culto calvinista.
- 1701 Guerra di successione spagnola
- 1713 Fine della guerra di successione e trattati di pace di Utrecht e Rad Statt; inizio della dominazione austriaca nel Nord Italia
- 1715 Morte di Luigi XIV
ENGLAND DA METÀ 1600
- 1660 Restaurazione monarchica, inizio del regno di Carlo II Stuart
- 1679 “Habeas Corpus” Act: legge fondamentale nella storia dei diritti individuali. Garantisce a chiunque venga arrestato di conoscere l’accusa e di ottenere una convalida del proprio arresto.
- 1685 Regno di Giacomo II
- 1688/89 Seconda rivoluzione inglese: Glorius revolution, bloodless. Bill of Rights. Nascita della monarchia parlamentare, regno di Guglielmo d’Orange.
ITALIA
- 1647 Rivolta di Masaniello a Napoli contro gli spagnoli
- 1651 “LEVIATANO” di Th.Hobbes: Teoria politica dell’assolutismo
- 1690 J.Locke: due trattati sul governo civile: è considerato l’embrione del pensiero liberale.

GUERRA DEI 30 ANNI 1618/1648:
Fu essenzialmente una guerra di religione tra cristiani di confessioni differenti. Fu anche l’ultima guerra di religione nella storia europea, dell’età moderna. Conclude l’età di questo tipo di guerra. Fu anche una guerra in cui a un certo punto la posta in gioco divenne anche l’egemonia sul territorio europeo. Secondo quel nesso teologico politico che nella storia dell’età moderna è inscindibile. Si può definire anche paneuropea, che in fasi diverse coinvolse tutta l’Europa. Fu violentissima, catastrofica ed apocalittica. Fu tremenda per l’area tedesca. La Germania ne uscì devastata in tutti i sensi. La guerra regnò pesantemente la storia tedesca. Nel 1648 la Germania si trovò polverizzata in più di 360 piccoli stati. Ciò comportò il pesante ritardo dell’unificazione tedesca, che si compì solo nel 1871. La guerra con la sua violenza esasperata pose fine alle guerre di religione e aprì le porte alla tolleranza religiosa.

LE 4 FASI DELLA GUERRA:
periodo BOEMIO – PALATINO: 1618-1624
periodo DANESE: 1625-1629
periodo SVEDESE: 1630-1635
periodo FRANCESE: 1635-1648 = Pace di Vestfalia
Fu una guerra lunga, di logoramento, con pause e fiammate improvvise. Fu una guerra combattuta da mercenari, i quali non venivano pagati puntualmente dai signori, quindi saccheggiavano i paesi.
CAUSE:

PERIODO BOEMO:La Boemia era diventata degli Asburgo, dell’Imperatore. Questa presenza in Boemia non era immune da problemi. Anche lì si diffonde il Luteranesimo. Il Calvinismo e altre sette religiose non conformiste. Nel 1560 si assiste a una reazione da parte dei cattolici, che porta alla restaurazione dell’arcivescovado cattolico a Praga. Tra il 1576 e il 1612 regnerà come imperatore Rodolfo II d’Asburgo, che stabilirà la sede della corte a Praga. Nel 1609 Rodolfo II nelle lettere di maestà concede la libertà di culto in materia di religione. Nel 1612 Rodolfo II muore e gli succede l’imperatore Mattia d’Asburgo.

L’arcivescovo cattolico di Praga ordina la distruzione fisica di una chiesa riformata a Praga. Questo fatto provoca una rivolta protestante. Nel Maggio del 1618 alcuni rappresentanti degli ambasciatori imperiali, vengono letteralmente defenestrati dal castello di Praga durante una riunione con dei nobili boemi di Praga protestanti. “DEFENESTRAZIONE DI PRAGA”. Nel 1619 muore Mattia, gli succede Ferdinando II d’Asburgo, ma la dieta dei principi boemi dichiara Ferdinando II decaduto e proclama Re di Boemia Federico V del Palatinato che era calvinista. La guerra dei 30 anni inizia come una guerra tra l’Imperatore e la Boemia.
8 Novembre 1620: Battaglia della Montagna Bianca: Ferdinando II sconfigge duramente i ribelli boemi. Viene imposto il cattolicesimo che o si accetta o si deve emigrare. Vengono confiscate parecchie terre dei ribelli. Circa 1500 boemi scelgono l’esilio forzato. L’imperatore mette al bando Federico V che aveva accettato la corona boema e impone Massimiliano di Baviera, cioè in cattolico. Gli spagnoli attaccano e occupano il Palatinato rimasto protestante. Questo attacco porta a una reazione protestante.
PERIODO DANESE:Il generale imperiale Tilly comincia un avanzata verso la Germania del Nord. Il re di Danimarca si sente minacciato ed entra in conflitto per due motivi, 1. difendere il protestantesimo, 2. difendere lo stato. In aiuto dell’imperatore interviene col suo esercito privato il Wellenstein. Il Re di Danimarca viene sconfitto più volte e il 1629 firma la pace di Lubecca. A questa pace consegue un evento. L’imperatore sancisce “L’editto di restituzione” che imponeva ai protestanti tedeschi di restituire tutti i beni ecclesiastici. Un atto del genere non poteva che alimentare l’ostilità dei tedeschi contro l’imperatore.
PERIODO SVEDESE:Nel 1630 il cosiddetto Leone del Nord, Gustavo Adolfo va contro l’imperatore e la lega cattolica. Nel 1631 con un trattato il Re di Svezia si impegna a scendere in Germania e precisamente in aiuto dei sassoni, in cambio di un sussidio. C’è l’accordo e nello stesso anno l’esercito svedese sconfigge pesantemente le truppe imperiali. Questa vittoria consente agli svedesi di proseguire l’avanzata e conquistare Monaco. Nel 1632 c’è una battaglia di ZUTLEN. La vincono gli svedesi, ma il Re di Svezia muore in battaglia. Dopo una fase di arresto, solo due anni dopo l’esercito svedese subisce una disfatta a Nordlingen, e sostanzialmente la coalizione protestante si sfascia. Nel 1635 la Sassonia forma con l’imperatore la pace di Praga. A questo trattato aderiscono tutti i principi tedeschi. L’imperatore in cambio annulla l’editto di restituzione, le cose si complicano in modo complicato.
PERIODO FRANCESE:Viene meno la guerra religiosa. Il cardinale Richelieu incomincia a preparare diplomaticamente il suo intervento in guerra e questo momento stringe una specie di alleanza con i nemici dell’impero e della Spagna. Così si allea con l’Olanda, con la Svezia e con i Savoia. Preparate queste alleanze nel 1635 col Re di Francia, Luigi XIII, dichiara guerra alla Spagna, a Filippo IV. L’intervento francese inizia come un attacco alla Spagna. L’anno dopo l’ostilità francese si estende anche agli Asburgo d’Austria, cioè all’impero. Nel frattempo nel 1637 sale al trono imperiale Ferdinando III. Nel 1642 scompare Richelieu, gli succede Mazzarino e nel 1643 muore il Re di Francia. Gli succede il giovanissimo Luigi XIV, nella battaglia di Rocroi in cui la Francia sconfigge la Spagna, anche se il Re di Spagna non riconoscerà ufficialmente la sconfitta fino al 1659, ovvero fino alla pace dei Pirenei. Le conseguenze sono che l’imperatore prende atto, riconosce la superiorità francese, la potenza, e quindi rinuncia ad imporre l’egemonia Asburgica sull’area tedesca, sulla Germani. Cos’ maturano le condizioni per arrivare a dei trattati di pace. Siamo ai tarttati di pace di Vestfalia del 1648. I veri e propri trattati sono preceduti da un congresso diplomatico internazionale, il congresso di MUNSTER/OSNABRUCK a cui seguono i trattati. A cui seguono il trattato di Munster, che stabilisce la pace tra la Spagna e l’Olanda. Questo trattato segna l’indipendenza dall’Olanda, la Spagna ottiene però che l’Olanda non sia più alleata con la Francia. I trattati di Vestfalia contengono delle clausole politiche, e delle clausole religiose. La Germania si trova polverizzata in una miriade di piccoli stati sui quali il potere dell’imperatore è del tutto virtuale. Quindi il sogno Asburgico di unificare la Germania tramonta. Tra gli stati tedeschi comincia a emergere la Prussica, importante stato del 1700. Il Palatinato torna alla famiglia regnante, la Baviera ottiene il diritto d’elezione dell’imperatore. Traggono dei vantaggi territoriali la Francia e la Svezia. La Francia acquista i vescovadi sul confine di Metz, Toule e Verdun. Conquista cioè l’Alsazia. LA Svezia invece quel territorio sul baltico dove sfociano l’Elba, il Weser e l’Oder e in questo periodo la Svezia controlla tutto il commercio sul baltico. Le clausole religiose: Si stabilisce la linea della dieta di Augusta, ma favorevolmente ai protestanti. Innanzitutto viene riconosciuto ufficialmente il Calvinismo, viene confermato il CUIUS REGIO EIUS RELIGIO, ma di fatto viene svuotato del suo significato: la religione di uno stato è quella del principe, ma i sudditi possono professare in privato la propria fede. Un’altra clausola è la restaurazione dei beni ecclesiastici. Anche in questo è favorevole ai Protestanti, nel 1624: anno normale. Così termina l’età delle guerre di religione.

Registrati via email