Ominide 4076 punti

Che cos'è la Controriforma cattolica

E' la reazione della Chiesa cattolica alla riforma protestante. La chiesa infatti oppone al moto rivoluzionario anticattolico una resistenza sempre più decisa e tenace via via che acquista coscienza del pericolo e della sua forza interiore.
La sua reazione si esprime nel Concilio di Trento che, iniziatosi nel 1545 e sospeso più volte per diverse cause, si conclude nel 1563. In seno al Concilio, come, del resto, anche prima che esso iniziasse i lavori, si manifestano una tendenza riformatrice, che cerca la conciliazione con i Protestanti, ed una corrente rigida ed intransigente, che condanna in blocco il movimento della Riforma ed esclude qualsiasi possibilità di intesa e di discussione. Questo secondo indirizzo è quello che prevale.

Le conclusioni del Concilio di Trento manifestano l'opera di riorganizzazione del cattolicesimo nel campo dottrinale e in quello disciplinare.
Contro la dottrina protestante il Concilio riafferma l'autorità della Chiesa nell'interpretazione dei testi sacri, negando il libero esame del credente; rifiuta il servo arbitrio, ammettendo la libertà dell'umano volere; accanto alla funzione giustificatrice della grazia divina e della fede umana, ribadisce la necessità delle opere; riconosce l'autenticità dei sette Sacramenti, come veicolo della grazia.

Registrati via email