gio9567 di gio9567
Ominide 805 punti

Le cause della Rivoluzione francese

Nella seconda metà del 700 la Francia anche se era un Paese ricco e popoloso soffriva di un bilancio statale al passivo tanto da far temere il fallimento per l'impossibilità di pagare i debiti .Fragile era anche la coesione sociale perchè la monarchia non riusciva a ottenere il consenso di alcun ceto sociale .Nobiltà e clero si sentivano minacciati nei propri privileggi ;il popolo viveva in una condizione sociale pessima aggravata dai diritti feudali .Ogni riforma nella Francia del '700 era paralizzata dal conflitto tra re e parlamento ,cioè le istituzioni giudiziarie ,i tribunali regi che registravano gli editti del sovrano ma potevano avanzare rimostranze .Il loro parere era solo consultivo e il re poteva comunque imporre la propria volontà convocando particolari sedute del parlamento di Parigi che erano 13 formati da una nobiltà di toga che voleva difendere i propri privilegi fiscali e di ceto .Si provò a tassare il clero e la nobiltà ma questo tentativo fallì e il re ogni volta che provava a impostare qualche tassa venivano sollevate così tante proteste che il re era costretto a chinare il capo licenziando i suoi ministri .La situazione peggiorò quando Luigi XVI per evitare la banca rotta impose la tassa sulla terra.Il parlamento si rifiutò di registrare l'editto e il re lo esiliò.

Registrati via email