Ominide 300 punti

La teoria dei tre ordini

Questa teoria chiamata la "teoria dei tre ordini" serviva per assegnare un compito ben preciso ad ogni singola persona per garantire armonia e pace fra gli uomini evitando conflitti all'interno della città.
La società medievale era suddivisa in tre ordini: i sacerdoti, i contadini e i guerrieri (nobili).

I sacerdoti dovevano occuparsi di pregare e di assicurare lo svolgimento dei riti religiosi.

I guerrieri, che solitamente erano nobili, avevano il compito della difesa con armi dell'intera città per garantire la sicurezza dei cittadini.

I contadini avevano invece il compito di produrre i beni necessari alla popolazione della città per la sopravvivenza.
All'interno della popolazione erano contadini più del 95% e abitavano in capanne intorno alle mura del castello dove potevano trovare rifugio e protezione in caso di attacchi nemici. Tutti loro erano legati ad un signore (o feudatario)e dovevano pagargli un censo ovvero una tassa che i contadini si procuravano vendendo le eccedenze di prodotti agricoli nei mercati. Inoltre, per avere accesso alle opere pubbliche (es: mulini, ponti, strade...), dovevano pagare un'ulteriore tassa chiamata pedaggio. I contadini pur di vivere dovevano rassegnarsi a pagare le tasse.

Registrati via email