Ominide 152 punti

Teodora

Dalle origini alla crisi mistica
Teodora era una donna di umili origini. Si narra che fosse figlia di un certo Acacio, guardiano degli orsi presso l'Ippodromo. Rimasta orfana di padre, venne avviata dalla madre, insieme alle due sorelle, alla carriera del teatro. Qui Teodora dà il meglio di sé come cortigiana e attrice di spettacoli licenziosi. Gli storici parlano di una giovinezza dissoluta e contribuiscono a creare una figura deformata e mostruosa del suo arrivo a Costantinopoli. Ma la critica moderna tende però a ridimensionare molto quanto dice Procopio, in quanto quest'ultimo ebbe ruoli di primo ordine ai servizi di Belisario, e quando quest'ultimo, durante la guerra gotica, a partire dal 540 circa cadde in disgrazia presso Giustiniano, pure la carriera di Procopio ebbe un tracollo. Procopio poi era di famiglia senatoriale, e quindi era mal disposto verso le origini popolari di Teodora. Sembra però che Teodora, colpita da una crisi mistica, abbandonerà poi in parte questa vita per dedicarsi alla spiritualità e a maturare le sue prime idee monofisite.

L'ascesa

Teodora fu presto notata da Giustiniano, un uomo di venti anni più anziano di lei e nipote dell'allora Imperatore Giustino. Le leggi di quel periodo non consentivano ad un notabile come Giustiniano il matrimonio con un’attrice quale era Teodora, ma in quel caso Giustino fu convinto ad emanare una legge che permetteva anche questo. Giustiniano fece diventare Teodora una patrizia, e, divenuto lui Imperatore, la sposò e lei divenne Imperatrice di Bisanzio. Una volta sul trono, Teodora si mostrò una donna astuta e di forte carattere, che influì parecchio sulle decisioni del marito tanto che spesso si è parlato di una vera e propria diarchia costituita dai due coniugi. Teodora morì di malattia nel 548, forse malata di cancro.

Curiosità
• Un episodio che ha sapore di leggenda narra che Teodora, durante i suoi anni da attrice, ebbe un figlio segreto di nome Giovanni, che, non riconosciuto da lei, crebbe in Arabia in compagnia del padre, senza neppure sapere dell' identità della madre.
• Teodora, a differenza di Giustiniano, che era ortodosso, aveva idee monofisite. Si narra appunto che un religioso monofisita sia stato protetto da lei e fatto riparare per dodici anni in una stanza segreta del gineceo imperiale.
• Secondo Procopio, Teodora ebbe un ruolo di primo piano, tramite l'amicizia con Antonina, moglie di Belisario, nella guerra gotica. Sarebbe stata di Teodora infatti l'iniziativa di sostituire il santo papa Silverio con papa Vigilio nel 537.

Registrati via email