Mito 72506 punti


LE STREGHE E IL LORO MONDO

Le streghe,secondo le credenze comuni,compiono una serie di azioni in circostanze storiche diverse,in paesi di cultura differente e all’interno di strutture sociali che cambiano anch’esse.
Si potrebbe pensare che la strega debba mutare di pari passo rispetto al suo ambiente: in realtà essa è un personaggio,ogniqualvolta e dovunque esista,sempre identico a se stesso. Ed è proprio prendendo in considerazione i cambiamenti delle circostanze in cui la strega vive e agisce che possiamo constatare quanto le frontiere stesse della realtà (più precisamente tutto ciò che l’uomo considera reale)varino nella mentalità di uomini di società e periodi storici diversi.
E’ da tener presente che le nostre informazioni sulla magia e,soprattutto,sulla stregoneria ci provengono in misura maggiore da coloro che credevano nelle streghe piuttosto che da coloro che pensavano di essere loro stesse streghe. Questa distinzione ha molte conseguenze per la nostra indagine dal momento che siamo soliti esaminare il problema della stregoneria esaminando principalmente la coscienza di colui che si ritiene vittima delle streghe e non di queste ultime.
Abbiamo svariati documenti e testimonianze che ci illustrano il mondo e la natura delle streghe:la maggior parte di questi attribuisce al diavolo la figura della dea Diana che,secondo il mito,volava nelle notte con il suo seguito che ha preso poi la figura della donna in generale. Quest’ultima diventa il personaggio chiave nello stabilire i rapporti tra gli esseri umani e le forze sataniche.
La strega, inoltre, è la manifestazione dell’odio sociale dei poveri e dei diseredati,soprattutto dei contadini di campagna,contro la religione dei padroni e,specialmente,delle padrone per le quali la povera donna di campagna prova un odio profondo che la spinge a invocare l’aiuto delle arti magiche e di Satana.
Nel corso di quasi tutto l’Alto medioevo,davanti alla Chiesa,la donna compariva o come moglie o come madre o come monaca,senza altre possibilità di esprimere le sue esigenze culturali,spirituali
e religiose personali .In seguito avviene un cambiamento,quando la donna compare al seguito dei predicatori itineranti e riesce ad ottenere funzioni più estese nell’attività religiosa creando scandalo e scompiglio.E’ chiaro,come gia detto,che l’immagine dominante della donna in tutto questo periodo è Eva,la tentatrice,per la cui colpa è entrato il peccato nel mondo.L’Eva tentatrice in contrapposizione con la madre di Dio,è lo strumento di cui il diavolo si avvale per affermare il suo potere nel mondo.Eva non è più solo la persona che ha introdotto il peccato nel Paradiso terrestre ma è colei che serve Satana.
Resta il fatto che nel 400 le pratiche magiche sono legate a Satana e alla donna:privilegio dell’uomo resta solo la realizzazione della magia bianca(lo studio e la scoperta dei misteri dell’Uni-verso).
Ed ‘è forse per questo che le più perseguitate furono le streghe in quanto gli stregoni praticavano un tipo di magia che non necessitava di una presenza demoniaca o maligna.
Con l’avvento delle inquisizioni migliaia di donne vennero barbaramente torturate e uccise con i sistemi più atroci,e se probabilmente dietro ad alcune testimonianze si può vedere la pallida sopravvivenza di antichi culti agresti,la maggior parte delle malcapitate era del tutto ignara e del tutto ignorante rispetto a qualsiasi forma di stregoneria come la potremmo intendere oggi.
Moltissime presunte “streghe” non erano niente altro che gente comune con qualche vaga nozione di erboristeria e che tramandava le proprie conoscenze o in “casi peggiori” donne che praticavano aborti o malate di mente.
Va ricordato che i pochi uomini (ovviamente rispetto alle donne) che finivano sul rogo solitamente venivano condannati alla “morte purificatoria” più che in quanto praticanti piuttosto come complici della presunta strega:il maschilismo,infatti,era talmente forte che la connivenza del maschile con il demonio cioè con il male risultava difficile da concepire.

Hai bisogno di aiuto in Storia Medievale?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email