Genius 13051 punti

Romani e Germani

Le invasioni dei Germani portarono alla formazione di nuovi regni, detti romano-germanici (o romano-barbarici) perché vi vivevano Germani, che i Romani consideravano barbari, e Romani. Poiché i Germani avevano conquistato queste regioni, essi avevano tutto il potere ed occupavano le terre migliori. I Romani, che erano stati sconfitti, erano esclusi dal potere.
I rapporti tra le due popolazioni non erano facili, anche perché Romani e Germani erano molto diversi per i modi di vivere, i costumi, le lingue, le leggi, la religione. Per i Romani i centri della vita economica, sociale e culturale erano le città e disprezzavano l’istruzione. Mentre i Romani praticavano il commercio sviluppato, i Germani si dedicavano alla caccia, all’allevamento e anche all’agricoltura, ma di tipo molto primitivo.
I Romani avevano leggi scritte, mentre i Germani, che non usavano la scrittura, avevano leggi tramandate oralmente, molto diverse da quelle romane: le leggi germaniche lasciavano largo spazio alla vendetta personale (faida) e al pagamento in denaro per i danni provocati da un uomo ad un altro (guidrigildo).

Germani e Romani erano spesso diversi anche per religione: alcuni popoli, come i Franchi, erano pagani (cioè non cristiani); altri, come gli Ostrogoti, erano cristiani, ma ariani, cioè seguivano una credenza che la Chiesa condannava come eretica (contraria alla verità).
Romani e Germani parlavano lingue diverse, ma poiché i Romani erano più numerosi, in molte regioni i Germani cominciarono a parlare il latino: perciò le lingue che si parlano oggi in Europa occidentale sono in maggioranza neolatine, cioè derivanti dal latino.

Molti re germanici cercavano di favorire la convivenza di Germani e Romani e di ridurre i contrasti per evitare che le tensioni interne indebolissero i loro regni. Essi promulgarono leggi comuni, che tenevano conto sia del diritto romano, sia delle leggi tradizionali germaniche. In Italia il re ostrogoto Teodorico (493-526) scelse alcuni nobili romani come i suoi consiglieri e cercò di creare migliori rapporti tra i Romani e il suo popolo.


Registrati via email