Politica aggressiva di Liutprando

712 Re Liutprando = Politica aggressiva contro il papa e voleva riunire sotto il suo controllo i domini Longobardi tra cui il Ducato di Benevento e il Ducato di Spoleto.
Politica di Liutprando fallì per opera del papa, dei Duchi e dell'imperatore.
728 donò il castello di Sutri al papa; apparteneva al potere Bizantino ma fu donato al papa, sancì il potere autonomo del papato.
Con la ritirata di Liutprando, il papa pensava di essere al sicuro ma 751 Astolfo, nuovo sovrano Longobardo, conquistò Ravenna e il papa si sentiva minacciato.
Il papa Stefano II quindi, sapendo che l'impero d'Oriente non poteva proteggerli, chiese aiuto ai Franchi (erano cattolici ed erano una grande potenza militare).
753 Pipino il Breve re dei Franchi.
754 e 756 Pipino liberò Ravenna e restituì i territori conquistati al Papa invece che all'imperatore.

Patrimonio di San pietro -> Futuro stato della Chiesa fino al 1870.
Per giustificare il potere del papa fu creata:
Donazione di Costantino = Falso creato nella cancelleria pontificia
- Papa come autorità religiosa e politica.
Per dare un fondamento giuridico all'autorità del papa.
E solo nel 1440 Lorenzo Valla dimostrò che si trattava di un vero e proprio falso.

Hai bisogno di aiuto in Storia Medievale?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email