Ominide 535 punti

Papato e Monarchie


Papato e monarchie:
I primi contrasti tra papato e monarchia francese:
Celestino V rinuncia all’incarico di Papa anche se era la figura adatta a riportare la chiesa alla purezza originaria. Viene eletto al suo posto Bonifacio VIII che sosteneva la concezione ierocratica del potere, cioè la tesi dell’assoluta superiorità del Papa sui sovrani. L’avversario del Papa era il re di Francia Filippo IV il bello (1285 – 1314). Bonifacio VIII replicò con una bolla nella quale minacciava di scomunicare il re se non avesse ritirato i provvedimenti fiscali del clero. Filippo il bello vieta così l’uscita dal regno di qualsiasi somma di denaro che fosse diretta a Roma. Filippo poteva contare su risorse più elevate e per questo resiste. Bonifacio VIII fu costretto a lasciare la lotta e fece cadere la bolla del 1296.
Il pontificato di Bonifacio VIII ed il Giubileo:
La credenza popolare = Chi si fosse recato a pregare nel primo anno di ogni secolo sulla tomba di San Pietro si sarebbe procurato l’indulgenza plenaria (cioè la cancellazione delle sofferenze penitenziali dopo la morte). Bonifacio VIII nel 1300 indìce il primo Giubileo, con questo termine si indicò un periodo di tempo, nel quale era possibile a chiunque ebbe compiuto il pellegrinaggio a Roma, ricevere l’indulgenza plenaria.
Il giubileo segnò il trionfo della concezione dell'aldilà.

Registrati via email