Ominide 50 punti

Medioevo e Carlo Magno

Il medioevo è il periodo storico che va dal 476(caduta dell'impero romano d'occidente) al 1492(scoperta dell'America).
Il Medioevo si divide in basso e alto medioevo, tale divisone si ha più o meno intorno all'anno 1000.
Tutto il medioevo è caratterizzato dal sistema del feudalesismo: in origine il feudo stava ad indicare il possesso di bestiame (dalla Germania "fè"); nel corso dei secoli si passa ad indicare il feudo non più col gregge ma col territorio stesso in cui si trovava il gregge.
La parola feudo indica anche tutta la divisione sociale e politica.
Il sistema si estese in tutto l'impero e stava ad indicare il rapporto tra signore, vassalli, valvassori e valvassini.
Gestivano il feudo e davano fedeltà al padrone.
Il feudalesimo era definito sia un rapporto politico che sociale. Da un punto di vista politico perchè stabilisce gerarchie che sono valvassori, valvassini, ecc...e perchè il capo era Carlo Magno.
Sociale perchè diventa un modo di concepire un rapporto tra le varie classi sociali.
Carlo Magno fu il vassallo per eccellenza e tutte le aristocrazie erano responsabili dei vassalli e dei feudi stessi.
Carlo Magno è importante per l'instituzione del sistema del feudalesimo e anche per la cultura in quanto fonda la prima scuola carolingia.
Quando si fa incoronare imperatore la sera di Natale dell'ottocento nella Chiesa di Roma compie un rapporto emblematico in quanto mette tutto l'impero sotto la potenza della Chiesa. Carlo Magno fu il primo cavalliere della Chiesa stessa.

Registrati via email