lau90 di lau90
Sapiens Sapiens 3444 punti

MARTIN LUTERO

Nel periodo luterano a Roma il Papa voleva costruire una chiesa enorme, ovvero la Chiesa di S.Pietro, ma per ricostruirla occorrevano soldi, così si incominciano a vendere le indulgenze. La dottrina delle indulgenze affermava che Gesù e i Santi avevano creato un grande tesoro di indulgenze cui il Papa e il suo clero potevano far accedere i peccatori, rimettendo loro le pene che dovevano scontare nel Purgatorio. Esse inoltre potevano cancellare non solo la pena, ma anche la colpa, non solo colpe proprie ma anche quelle dei parenti defunti. Le indulgenze poi divennero un qualcosa di scandaloso e i fedeli dovevano inoltre versare un’offerta spontanea. Il monaco agostiniano Martin Lutero si affrettò a mettere in guardia i parrocchiani di Wittemberg poiché il Papa non aveva nessun potere di sostituirsi al giudizio di Dio. Lutero inoltre argomentò la sua condanna scrivendo ben 95 brevi enunciati e attraverso la stampa si diffusero molto rapidamente. Vi si leggeva che il Papa non doveva procurarsi denaro con quei mezzi empi. Nel 1518 la Corte Pontificia emise una prima condanna delle tesi di Lutero che viene accusato di eresia. Egli avrebbe dovuto scusarsi tuttavia continuò a riibadire il suo pensiero, che era scritto nella Bibbia. Federico il Savio capisce che in questo processo non si può rischiare una mente così brillante perciò lo fa rapire. Per 3 anni vive in un castello e in questi anni stende le sue teorie. Anche in una seconda e più articolata condanna Federico interviene a favore di Lutero cui chiede di parlare alla prima dieta convocata dal nuovo imperatore Carlo D’Asburgo. Lutero ebbe l’appoggio anche dei cavalieri dei Ritter, una classe sociale che era stata messa in crisi dall’evoluzione dei sistemi militari. Così la chiesa attraversò una grave crisi.

Lutero respingeva come ritualistici insignificanti l’ Estrema Unzione e la Cresima e sosteneva che il matrimonio non c’entrasse niente con la Chiesa. I sacerdoti possono essere solo ministri e non possono intromettersi tra il singolo e la parola divina.
I principi di Lutero, il sacerdozio universale e il libero esame delle scritture sono strettamente connessi tra loro. Gli ordini monastici dovevano essere aboliti così come qualunque tipo di voto, come i pellegrinaggi. I veri sacramenti erano l’ Eucarestia e neanche il Battesimo è il rito che lava il peccato, la Messa non è un sacrificio e le preghiere sono solo un accessorio.

CONSEGUENZE LUTERO

- Diffusione della Bibbia (Nuovo e Vecchio Testamento tradotti);
- Diffusione della mentalità laica – nascono prime scuole dove si impara a leggere e a scrivere;

-Meno importanza al Papa (era considerato infallibile);

Registrati via email