Miyuki di Miyuki
Genius 9449 punti

La società urbana

La ripresa dello sviluppo demografico e della produzione agricola che si verificò intorno all'inizio del secondo millennio non ebbe solo ripercussioni sull'economia. Con la ripresa dei commerci e la rinascita dei nuclei urbani il panorama quasi esclusivamente agrario del mondo medievale cominciò a modificarsi e nelle città il ceto dei mercanti e degli artigiani costituì un nuovo soggetto sociale destinato a disgregare la rigida ripartizione fra nobili, chierici e contadini che si era consolidata nei secoli precedenti. Fu come se tutto lo scenario sullo sfondo del quale si era svolta la storia dell'Alto Medioevo si fosse rimesso in movimento. Alla base del movimento urbano e del suo prolungamento nella campagna, con la formazione dei comuni rurali, c'è il giuramento da cui sono legati i membri della comunità urbana primitiva, un giuramento egualitario, a differenza del contratto vassallatico che lega un inferiore a un superiore. Non viene descritta una società senza differenze di condizione, che sarebbe del tutto anacronistica, ma una società che sta cominciando a rompere il rigido sistema gerarchico feudale in cui era rimasta a lungo bloccata. A sconvolgere il quadro statico precedente furono gli addetti alle nuove professioni mercantili e artigianali che si affollarono nelle città. Questi nuovi venuti, chiamati poi borghesi perchè aprivano le loro botteghe nella zona che era detta burgus, all'esterno della cerchia muraria, non avevano un posto dove collocarsi all'interno del vecchio ordinamento sociale che appariva immodificabile nella sua rigida tripartizione. Erano lavoratori, ma non si sentivano certamente equiparati ai contadini di cui disprezzavano la condizione servile, mentre essi tenevano in gran conto il proprio stato di uomini liberi, artefici del proprio destino. Non erano nemmeno nobili per nascita anche se, come i nobili, portavano la spada per difendere i propri commerci. Infine non erano certamente chierici, anche se con questi ebbero in comune il fatto di saper leggere e scrivere, conoscenza essenziale per il loro lavoro.

Registrati via email