Ominide 50 punti

Evoluzione del comune

Fin dalla sua nascita il Comune aveva avuto grossi problemi, prima per le famiglie che si contendevano il potere e anche per la gestione stessa del potere da cui venivano esclusi i ceti meno abbienti.
Altro problema era l'espansione del Comune ai danni di altri.

Per questo più volte veniva chiamata la figura del podestà per ristabilire la situazione, quest'uomo proveniva da i comuni vicini e per questo giudicato "imparziale" con un durata di sei mesi o un anno.

La situazione essendo critica, portò a volere un figura centrale e soprattutto stabile per cui da Comune si passa alla Signoria, gestita da un podestà o da un rappresentante di una potente famiglia o anche da un individuo che tenta il colpo di mano.

Il Signore una volta preso il controllo del Comune aveva bisogno dell'approvazione dal basso (dai Comuni) e dall'alto (dall'imperatore)

Una volta ottenuta l'approvazione dell'imperatore il Signore diventa vicario dell'imperatore e si passa da Signoria a Principato.

Registrati via email