Ominide 3880 punti

Seguendo la tradizione franca, Carlo Magno aveva deciso di suddividere l’impero tra i figli; al momento della sua morte, però, l’unico figlio rimasto in vita era Ludovico detto “il Pio”. L’impero, dunque, andò interamente nelle sue mani, ma Ludovico decise di attuare lo stesso progetto di spartizione. Dopo la sua morte, l’impero fu diviso tra i tre figli del sovrano. La Germania andò a Ludovico detto “il germanico”; la fascia centrale andò a Lotario; la Francia invece venne assegnata a Carlo detto “il Calvo”. La successione fu caratterizzata da una continua alternanza di alleanze e conflitti tra gli eredi. Nell’842 Ludovico il Germanico e Carlo il Calvo strinsero un patto di alleanza contro Lotario. I giuramenti che i due sovrani prestarono, detti giuramenti di Strasburgo, furono scritti in tedesco e francese antico, affinché potessero essere compresi da seguaci di entrambe le parti. Infine, con il trattato di Verdun, anche Lotario accettò di riconoscere la spartizione dell’Impero. I vari discendenti di Carlo Magno cercarono l’appoggio dell’aristocrazia, donando alcuni territori. Così facendo, però, essi perdevano sempre più potere rispetto ai grandi feudatari. Nell’882, l’ultimo re dei Carolingi, Carlo “il grosso” ricompose l’unità dell’impero. Ma, nell887 Carlo il Grosso fu addirittura deposto dai suoi feudatari, indignati perché egli aveva pagato una banda Normanna al fine di non assalisse Parigi.Dopo la deposizione di Carlo il Grosso, il Regno d’Italia venne disputato fra i vari feudatari, mentre il resto della penisola rimaneva ancora diviso fra il papato, i domizi bizantini e il Ducato longobardo di Benevento. Ad avere la meglio fu il duca del Friuli Berengario I che venne eletto re nell’888. Dopo la morte di Berengario, il trono passò a Ugo di Provenza che per qualche tempo riuscì a controllare anche il papato. Ugo, non disponeva della forza sufficiente per domare l’aristocrazia romana, cosicché dovette abbandonare Roma. Il Regno d’Italia, segnato al suo interno da una profonda frantumazione dei poteri e delle istituzioni, continuava a esistere quasi solo nominalmente.

Hai bisogno di aiuto in Storia Medievale?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email