Ominide 50 punti

Curtis

La curtis era un insieme di terreni e case,e di produzione agricola,si diffuse nell'Europa occidentale durante l'alto medioevo, ci si aggiunsero tutti i fasti dell' epoca come:terme,palestre, ecc...; inoltre la curtis serviva anche per difendersi dagli assedi di tribù nemiche.
generalmente la curtis si presentava divisa in due settori:la pars dominica (la domus del "signore") e la pars massaricia (da massarius "contadino"). La prima era riservata al signore ed era prevalentemente coltivata dai suoi servi, la seconda, divisa in campi chiamati mansi, era affidata in gestione ai coloni che in cambio erano tenuti sia a presentare giornate di lavoro gratis(corveès) sulle terre del signore, sia a concedergli una quota del raccolto, i tributi. La curtis si estese in epoca carolingia assolvendo la doppia funzione di garantire produzione agricola e di legare fedeltà tra i coloni e i signori. Per controllare le curtis, questi impegnati in guerra, chiamavano i missi dominici, signori del posto mandati dall'imperatore per controllare il posto e compilare un resoconto. Questi dipendevano dall'imperatore, ma era raro che non mancasse e così incominciarono a sentirsi liberi e autonomi. intorno alla curtis si estendeva il borgo medievale, cioè il villaggio, con al centro la chiesa e ai margini il bosco dove si poteva raccogliere la legna o far pascolare gli animali. La religione più diffusa era il cristianesimo come unica religione praticabile. gli abitanti del borgo erano soprattutto contadini, artigiani e mercanti, ma poi c'erano anche vescovi, abati, preti e schiavi. Il bosco, inoltre, era una grande risorsa di cibo e animali, che a loro volta producevano carne, cibo e pelli. gli animali più diffusi erano cavalli, capre, arieti, porci e molti altri; mentre tra i cibi i legumi e i cereali più diffusi erano fave,piselli,orzo,frumento e aveva;dei cibi di derivazione animale,si producevano porci affumicati e lardo, dei latticini:il formaggio, il burro,e altri cibi (il sale),la birra, il miele e la farina.
I contadini per arare usavano della pale ferrate di legno e di ferro, per tagliare la legna un'ascia di ferro e gli scuri, usavano delle falci, e per lavorare nei campi utensili vari. Mentre all'uso di tutti c'era per il sale un catino di metallo, per contenere alimenti o acqua delle conche, per il focolare una catena, per sostenere la legna un alare e per illuminare una lanterna.

Registrati via email