Ominide 1144 punti

Il basso medioevo

Basso medioevo (1000-1492)

1000d.C: Durante rinascita dell’anno mille si determina un incremento della popolazione. Ci sono varie opinioni a tal proposito: miglioramento climatico, innovazioni tecnologiche e l’assenza di invasioni barbariche.
Per quanto riguarda le innovazioni tecnologiche possiamo ricordare l’aratro con due ruote, mulino a vento e ad acqua e la rotazione triennale che consisteva nella divisione in tre parti del terreno e la lavorazione di sole due di queste. Adesso il ricavato in eccesso proveniente dai terreni viene ceduto, facendo si che si risviluppi il commercio e contemporaneamente la ripopolazione delle città.
Ogni città diventava importante per le sue fiere tipiche. Sorgono dunque nuove figure, come il banchiere che utilizzava lettere come assegni, cambiavaluta..) e si assiste alla nascita delle scuole laiche (monopolio della chiesa).

RELIGIONE: Gli uomini erano profondamente religiosi, ogni fatto veniva associato a un evento divino. Secondo l’uomo medievale la vita terrena era una vita di passaggio per la vera vita nell’aldilà. Inoltre si pensava che fosse un peccato godere delle cose belle che la vita offriva poiché li distraeva dalla loro vera missione: l’arrivo al paradiso.
Ogni cosa aveva il suo significato: dalle pietre ai fiori, dai numeri alle strutture architettoniche.
Le campane svolgevano un importante funzione per il tempo.

Hai bisogno di aiuto in Storia Medievale?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email