Ominide 50 punti

Autonomia, cosmopolitismo e iniziale laicizzazione della cultura nelle università medievali

La crisi delle scuole monastiche e cattedrali nasceva da una resistenza conservatrice: le autorità religiose e politiche erano restie ad ampliare i quadri dell’insegnamento l’organizzazione scolastica per il timore di perdere il controllo si questi centri di informazione ormai insufficienti rispetto al numero di studenti che vi accorrevano. Crisi superata dall’iniziativa degli studenti e professori che si associarono riuscendo a ottenere l’autorizzazione a creare scuole autonome, le Università. L’insegnamento del diritto e della medicina contribuirono al sorgere delle Università alla laicizzazione della cultura: introduzione di contenuti diversi da quelli dell’insegnamento teologico e affermazione di un metodo basato sull’osservazione e sul ragionamento. L’insegnamento del diritto influenzò la formazione della concezione laica secondo il quale la scienza deve essere fondata sulla ragione, con la necessità di porre a base della conoscenza la religione.

Registrati via email