Genius 2742 punti

Restaurazione e Romanticismo

I teorici della Restaurazione
La Restaurazione fu appoggiata dalla riflessione di alcuni intellettuali.

Edmund Burke
Secondo Burke, la Rivoluzione francese pretendeva di creare dal nulla un nuovo Stato: per questo era degenerata. E' invece la tradizione il deposito della saggezza di un popolo.

Joseph de Maistre
Per de Maistre la radice di tutti i mali contemporanei è la Riforma protestante che ha sostituito l'obbedienza con la libertà. Il fondamento dell' ordine sociale è invece rappresentato dalla Chiesa cattolica: con l'ultramontanismo (guardare al di là dei monti, cioè al papa) tornava l'idea medievale dell' unità del potere politico e spirituale nella persona del papa.


Il Romanticismo

Il Romanticismo fu una cultura, un modo di pensare e di agire, in particolare dei giovani intellettuali che vissero tra slanci eroici e malinconia. Contrappose al freddo razionalismo illuminista la spontanietà dei sentimenti, i valori della tradizione e l'amore per la propria nazione.

Le due tendenze del Romanticismo

Politicamente, il Romanticismo manifestò due tendenze opposte:
- tendenza conservatrice e reazionaria. Condannò l'Illuminismo e la Rivoluzione francese ed esaltò il passato, l'assolutismo e l'alleanza trono-altare. Fu sostenuta dai teorici della Restaurazione.
- tendenza progressista. Ritenne che solo il rinnovamento dell'ordine sociale e politico costituisse una risposta adeguata alle nuove esigenze. Ne scaturì la diffusione, nella prima metà dell'Ottocento, dell' idea di nazione, del pensiero liberale, democratico e socialista.

Registrati via email