Kloe:) di Kloe:)
Ominide 96 punti

Problemi del dopoguerra

Al termine della guerra molte città italiane erano in macerie e non si contavano i morti e i dispersi. A ciò si aggiungevano il dramma di famiglie divise dalla sceltra tra la Restistenza e fascismo e le vendette degli ex partigiani contro i loro torturatori. A questa situazione tentò di porre rimedio l'amnistia firmata da Palmiro Togliatti, ministro di grazia e giustizia, che rimise in libertà gli ex uomini del regime, anche quelli colpevoli di gravi reati.
Disoccupazione, carenza alimentari, borsa nera. criminalità rendevano durissima la vita della popolazione.
L'italia doveva realizzare quattro obbiettivi:
⦁ scegliere tra monarchia e repubblica.
⦁ darsi una costituzione democratica.
⦁ dare il via alla ricostruzione del Paese.
⦁ riprendere la produzione agricola e industriale.
La vita democratica rinacque dopo venti anni di dittatura con la costituzione dei partiti tra i quali emergevano tre partiti di massa:

⦁ Democrazia cristiana; Alcide de Gasperi. (DC)
⦁ partito comunista italiano ; Palmiro Togliatti. (PCI)
⦁ partito socialista italiano di unità proletaria. (PSIUP)
Il 2 giugno 1946 si tennero il referendum sulla scelta tra monarchia o repubblica e l'elezione dell'Assemblea costituente, allargati anche alle donne.
Una parte del sud, in pace dal 1943 o dai primi anni del 1944 voleva ancora i Savoia, mentre il centro-nord non perdonava loro l'ambiguità dell'armistizio e la fuga. A nulla servì l'abdicazione di Vittorio Emanuele III a favore del figlio Umberto II. Il referendum si concluse con una vittoria della repubblica e Umberto II in esilio in portogallo. Alle elezione della costituente la Dc fu il primo partito, seguito dal Psiup e dal Pci. Questi partiti insieme al partito repubblicano entrarono nel secondo governa De Gasperi.
La Costituente emanò la costituzione il 1° gennaio 1948.

Hai bisogno di aiuto in Storia per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email