Ominide 56 punti

La prima rivoluzione industriale

È iniziata in Inghilterra, a partire dal 1769 e si èdiffusa poi in tutta Europa.
È chiamata rivoluzione, perché c'è un grande cambiamento nel modo di lavorare, in seguito a delle scoperte importanti.
Nel 1769 c'è stata un'invenzione della macchina a vapore;
1785: invenzione telaio meccanico;
Fine del 1700: vengono costruite le prime ferrovie;
Fine del 1700: Inizio del 1800= costruite le prime navi a vapore.
Ma nonostante queste scoperte,ci sono aspetti negativi:
-orari di lavoro disumani nelle fabbriche;
Lavori nelle fabbriche duri e pericolosi;
Gli stipendi molto bassi;
- donne e bambini venivano sfruttati nelle fabbriche;
- problemi dell'alcolismo e della prostituzione;
- Le periferie delle città erano sporche e quindi pericolose, povere.

Gli aspetti positivi sono:
- Migliorano le condizioni di vita, la popolazione aumenta;

- le città diventano più grandi e popolose;
- si produce di più;
- Migliorano le vie di comunicazione.

La prima rivoluzione industriale è stata davvero un cambiamento positivo, ma essa comporterà a una seconda rivoluzione industriale, dove, grazie a essa, gli operai potranno scioperare, avere un buon stipendio, e avranno una serie di diritti che verranno rispettati, stabiliti dalla Costituzione italiana, ancora attualmente in uso, ma non sempre vengo rispettati come dovrebbe essere.

Hai bisogno di aiuto in Storia per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email