Home Invia e guadagna
Registrati
 

Password dimenticata?

Registrati ora.

Scrittura - Origini

Appunto di storia per le scuola medie che, in maniera sintetica, descrive le tappe che portarono alla nascita della scrittura.

E io lo dico a Skuola.net
L’origine della scrittura
La storia della scrittura è antica quanto l’esigenza di registrare le proprie conoscenze e di trasmetterle in questo modo ai posteri. Il metodo più semplice di tutti consiste nella scrittura figurata dove ogni disegno rappresenta un oggetto seguente è quello della cosiddetta scrittura “ideografica”: il segno non indica soltanto l’oggetto raffigurato e stilizzato, ma anche uno o più concetti che scaturiscono da quell’oggetto. Un serpente, per esempio, non identifica solo un serpente, ma anche un nemico o un pericolo; una testa di toro non indica soltanto l’animale, ma anche l’idea di luce, di calore, di giorno. Un altro passaggio importante è quello che vede il segno indicare non più una cosa, ma il suono che viene emesso per definirla. La lettura del segno che raffigurava un toro non faceva venire alla mente il concetto “toro”, ma il suono, corrispondente a quel segno, che una bocca emetteva quando voleva indicare l’animale “toro”. Da questo tipo di scrittura si passò a quella sillabica, dove ogni sillaba era raffigurata con un segno diverso: un esempio di questa scrittura fu la Lineare B dei Micenei. La scrittura geroglifica degli Egizi e quella cuneiforme dei Babilonesi, nel loro livello più avanzato, usavano accanto agli ideogrammi anche i simboli sillabici.
Una delle scoperte più importanti nella storia dell’archeologia, il ritrovamento della biblioteca di Assurbanipal fra le rovine di Babilonia, sarebbe stata inutile se qualcuno non fosse riuscito a decifrare la misteriosa scrittura che ricopriva le oltre ventimila tavolette d’argilla. L’Europa sapeva dell’esistenza della scrittura cuneiforme già dal 1616, l’anno in cui il mercante e viaggiatore italiano Pietro della Valle aveva fatto conoscere le prime testimonianze scritte dell’antica civiltà babilonese: le condizioni che aveva visto incise sulle rovine colossali dei palazzi di Persepoli.
Le attestazioni più antiche della scrittura cuneiforme risalgono al fine del IV millennio a.C., al tempo dei re semiti di Kish e Kalama. I segni subirono, con il passare del tempo, molte modifiche: all’inizio, nelle antiche iscrizioni sumere, i segni non erano stilizzati come li vediamo adesso, ma erano abbastanza simili ai geroglifici egizi. In seguito la scrittura divenne sempre meno pittorica e più stilizzata, dando origine e caratteristici cunei, che possono essere obliqui, orizzontali oppure verticali.
Contenuti correlati
Accedi con Facebook
Registrati via email