Medi

I Medi, come i Persiani, erano popolazioni di lingua indo-iranica stanziati da lungo tempo sull'altopiano dell'Iran, la loro economia era agro-pastorale, basata sull'allevamento di cavalli e di cammelli, quest'ultima risorsa fu particolarmente importante perché il cammello anche adatto a climi freddi, rese possibile il trasporto su lunghe distanze passando per l'altopiano. Nelle zone montuose e collinari dell'altopiano dell'Iran fu messa a punto un'efficace tecnica d'irrigazione, consistente nell'intercettazione dall'acqua della falda sotterranea, che veniva portata in superficie, infine lungo il percorso venivano scavati pozzi per il controllo. I Medi inoltre disponevano di una grande forza militare; erano abilissimi cavalieri, e degli ottimi arcieri che inoltre misero a punto tecniche efficaci di assalto alle mura.
Il regno di Media aveva per capitale la città di Ectabana, verso il 625 a.C., il re Cissare riuscì ad estendere il suo dominio fino alla Battriana ed ai confini dell'India. Coalizzati con i Babilonesi, i Medi distrussero l'impero assiro nel 612 a.C. Il regno però non aveva grande coesione tant'è che si basava su soprattutto su trattati e legami matrimoniali con i popoli sottomessi e mancava di una forte amministrazione centrale. Così, dopo qualche decennio di stabilità, la rivolta della popolazione persiana, che abitavano la parte più merdionale dell'Iran (l'antico Elam con capitale Susa), portò rapidamente al crollo dei Medi.

Hai bisogno di aiuto in Storia per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email