Italia post-unitaria - I problemi della destra


Risolto (o quasi) il problema dell'unificazione, la Destra al governo si accinse ad affrontare gli altri problemi.
Per creare strutture economiche ed amministrative moderne occorreva senza dubbio una forte disponibilità di capitali da parte dello Stato, il quale, invece, si trovava in enormi difficoltà (alle spese fatte per le prime due guerre d'indipendenza andavano aggiunte quelle sostenute per la terza e per indennizzare il pontefice romano). Bisogna anche ricordare che l’Italia, unificatasi tardi, si trovava a dover competere, sul piano economico e industriale, con veri e propri colossi, come Francia, Germania, Inghilterra, i quali possedevano vasti e ricchi territori coloniali, donde attingevano materie prime di ogni sorta e materiali energetici.
Per aiutare lo sviluppo delle industrie occorreva inoltre la creazione di una buona rete di comunicazioni interne (ferrovie, strade, ponti) che in Italia mancava quasi del tutto.
Il governo affrontò il problema di reperire il danaro necessario imponendo tasse durissime a tutti gli Italiani. È da osservare che le tasse se colpivano fortemente le popolazioni più avanzate del Nord addirittura impoverivano e gettavano sul lastrico le popolazioni del Sud, che godevano di un reddito assai inferiore.
Ad esempio la tassa sul macinato (1868), (cioè un’imposta aggiunta sul grano trasformato in farina) fece aumentare i prezzi dei pane e della pasta, alimenti tipici della povera gente, provocando disordini e tumulti che vennero repressi con la forza.
Il governo Minghetti nel 1875 ottenne il pareggio del bilancio (cioè la parità fra entrate e uscite nel bilancio dello Stato), ma questo risultato portò a gravi conseguenze.
La maggiore disponibilità di danaro da parte dello Stato venne impiegata per favorire lo sviluppo delle attività industriali del Nord e per la costruzione di ferrovie e strade che agevolassero I traffici in Italia settentrionale o fra il Nord della penisola e le altre regioni europee. Il Sud, che era stato impoverito assai più del Nord dalla politica fiscale del governo, restò completamente abbandonato. In pratica faceva parte del nuovo Stato unitario soltanto per pagare le tasse ed ottemperare agli obblighi comuni (servizio militare, obbedienza alle leggi), ma dall’unificazione non aveva ricevuto alcun vantaggio.

Hai bisogno di aiuto in Storia per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email