Ebrei in Palestina


Gruppi di Semiti si erano spostati dal deserto arabico nelle regioni mesopotamiche, altri erano andati in Fenicia, altri ancora si trasferirono verso la regione che si stende a Sud della Fenicia, quella che noi oggi chiamiamo Palestina.
I pastori nomadi semiti si insediarono dapprima lungo le coste della regione palestinese, poi si spinsero verso l'interno, scoprendo che, al di là di brulle pianure, scorreva un grande fiume (quello che poi fu chiamato Giordano), il quale formava due laghi, uno piccolo (che poi fu detto il lago di Tiberiade) ed uno grande, molto strano: le sue acque erano amarissime, dense, cosi ricche di sale che non era possibile vi vivessero pesci. Forse furono proprio i primi abitanti della regione a dargli li nome di Mar Morto.
I Semiti stanziatisi in Palestina si dettero anch’essi all’agricoltura, alla lavorazione dell’argilla, del rame.
Avevano una religione che li distingueva dagli altri popoli che, in genere, adoravano idoli e divinità diverse. I Semiti di Palestina, o Ebrei, erano monoteisti: credevano, cioè, all’esistenza di un solo Dio, da essi detto Jahwè, il quale non poteva essere neppure raffigurato, perché l’uomo è troppo imperfetto per osare di rappresentare Dio, il quale, invece, è perfezione assoluta.
Jahwè non aveva templi: era dappertutto. Gli Ebrei, ai tempi della loro vita nomade, quando sì spostavano portavano con loro una cassettina decorata (arca), come tempio simbolico del loro Dio. Quando sostavano e piantavano le loro tende di pastori e cammellieri, l’arca era protetta da una tenda speciale, un tabernacolo.
Gli Ebrei erano convinti che, in tempi remotissimi, i loro antenati avevano stipulato un patto con Jahwè. Avevano cioè promesso di adorarlo sempre, di non tradirlo mai per altri Dei; in cambio della loro fedeltà Jahwè avrebbe assicurato protezione e difesa. Nel caso gli uomini avessero violato il patto, Jahwè sarebbe diventato terribile e li avrebbe puniti per intere generazioni.

Hai bisogno di aiuto in Storia per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email